Fabio Fazio e le rivelazioni su Sanremo: “Quella volta fu un disastro”

  • Laureata in Filologia moderna
24/12/2022

Fabio Fazio si è raccontato in un’intervista al Corriere della Sera, dove ha parlato della sua lunga carriera in tv, ma anche del suo matrimonio, e delle scelte che ha dovuto compiere nel corso degli anni.

Fabio Fazio e le rivelazioni su Sanremo: “Quella volta fu un disastro”

Intervistato dal Corriere della Sera, il noto conduttore Fabio Fazio ha parlato del suo felice matrimonio, che va avanti da molti anni:

Io e Gioia ci siamo conosciuti durante una recita scolastica, pensi un po’. O, meglio, lei recitava e io ero parte della giuria che doveva dare i voti. Evidentemente quei voti furono buoni perché siamo ancora qui a parlarne.

Il sogno di Fazio era diventare giornalista, e per sua fortuna Che Tempo che fa si occupa spesso di intervistare i suoi ospiti come se si trattasse appunto di un giornale. Un’intervista che Fazio ricorda con gioia è quella a Ezio Biagi:

Ho un grande rispetto per i giornalisti, tanto è vero che ho avuto l’onore di conoscere bene Biagi.

Nel 2004 Biagi lo invitò in trasmissione, quando Fazio era assente ormai da due anni dalla tv:

Era stato ignominiosamente cacciato. Fu un rischio per la mia carriera? Certo. Lo rifarei? Ovvio. Ho sopportato per anni l’etichetta di buonista, non è stato facile, mi creda. Non sono un buonista, cerco solo di non essere un professionista dell’aggressività. Anche perché non lo so fare.

Fabio Fazio si racconta, amore, carriera e progetti

Fabio Fazio e le rivelazioni su Sanremo: “Quella volta fu un disastro”

Un caro ricordo della sua carriera, è stato quando Fabio Fazio è riuscito a intervistare il Papa:

Quell’uomo per me è una costante fonte di conforto. Lui, la prima volta, mi disse: “Fabio, non è ancora il momento, quando arriverà ce ne accorgeremo entrambi, accadrà e basta”.

Un giorno poi gli è capitato di intervistare David Grossman, poco dopo la scomparsa del figlio, ma anche altri personaggi di alto calibro:

Paul Auster mi consigliò un ristorante ottimo a Parigi dove io adesso vado regolarmente. Di Carlo Fruttero non ho solo un bellissimo ricordo, ma oggi possiedo la sua macchina per scrivere, ce l’ho a casa.

Fabio Fazio non nasconde anche qualche episodio imbarazzante:

Quando, a Sanremo, mi ostinai a cantare. Lo feci assieme a Laetitia Casta e fu un disastro. Lì sopravvalutai le mie capacità e fu un errore, perché avrei dovuto avere maggiore consapevolezza dei miei limiti. Penso però che gli errori più grandi siano le occasioni sprecate.