Emma Marrone sull’Eurovision: “C’è del sessimo”

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
05/06/2021

Emma Marrone, appena confermata giudice di XFactor 2021, è tornata a parlare della sua esperienza all’Eurovision nel 2014; la cantante salentina fu stroncata dalle critiche per il suo look e la sua performance, a dispetto dei Maneskin che hanno guadagnato il podio, in parte, anche grazie al complesso della performance. Emma ha parlato di sessimo, ma alcuni personaggi noti hanno risposto.

emma-esc

Emma Marrone ha preso parte all‘Eurovision Song contest nel 2014, dopo la sua vittoria al Festival di Sanremo con il brano “Non è l’inferno“; la cantante salentina, al suo rientro in Italia, fu sommersa da critiche e attacchi non solo per il cattivo posizionamento, alla 21esima posizione, ma anche per il look e la performance.

A condire il tutto, Emma divenne virale sui social per le sue gaffe in inglese, avendo sempre bisogno di un traduttore alle sue spalle per confrontarsi con gli intervistatori.

Un’esperienza non proprio gloriosa per la cantante che, accusata di essere stata volgare con degli shorts dorati e troppo eccessiva sul palco, non ne ha mai parlato con molta tranquillità.


Leggi anche: Emma Marrone: lacrime e terrore in alta quota

Dopo la vittoria dei Maneskin, Emma ha commentato la vittoria dei ragazzi paragonandola alla sua esperienza personale:

“Come quando all’Eurovision mi sono presentata con un pezzo rock come “La mia città” ma molti italiani si indignarono per un calzoncino di scena. Mi hanno presa per i fondelli. E invece oggi Damiano dei Maneskin a petto scoperto e con i tacchi alti è un figo. Il fatto è che c’è ancora tanto sessismo in giro”.

Selvaggia Lucarelli attacca Emma Marrone

2039510

Emma Marrone ha visto molto appoggio al suo sfogo da parte dei suoi fan che, nonostante le gaffe in inglese, hanno apprezzato tutto il resto. Stessa cosa non si può dire di Selvaggia Lucarelli che ha stroncato la cantante in pieno:

“Io ho rispetto per Emma Marrone, ma con onestà, la canzone era brutta, si posizionò malissimo e sul palco la performance fu piuttosto imbarazzante. Questo anche se si fosse presentata con una tuta da sci. Il look dei cantanti si commenta sempre perché fa parte dell’impalcatura, della performance, specie all’ Eurovision. Non scomodiamo il sessismo quando non serve. Grazie. Anche perché sei molto più intelligente di quello che hai detto, Emma”.

Da grande fan dei Maneskin, Selvaggia ha visto questo sfogo un modo per tirare in mezzo non solo il sessismo che non c’entra, ma anche la vittoria di un gruppo che ha saputo creare un’ “impalcatura” migliore.


Potrebbe interessarti: Fedez attacca Emma Marrone

Emma purtroppo è stata vittima della cattiveria dei social, di quel “bullismo” online che spesso quasi gioisce nel prendere di mira una donna, fattore che l’ha ferita e non sarebbe dovuto mai accadere.

La vittoria dei Maneskin però, a distanza di ben 7 anni, è forse il sintomo di una rinascita, per riprendersi proprio da quel sessismo che ha causato molte critiche alla Marrone.