Elisabetta Franchi, nella bufera: a difenderla interviene…

La nota stilista, finita al centro delle polemiche per un annuncio di lavoro ritenuto da molti “schiavista”, viene difesa dall’ex opinionista del Grande Fratello Vip 6 Sonia Bruganelli. La moglie di Paolo Bonolis in soldoni afferma che Elisabetta Franchi può assumere chi vuole nella propria azienda. 

Elisabetta Franchi, nella bufera: a difenderla interviene…

Le dichiarazioni sul lavoro di Elisabetta Franchi, la nota stilista emiliana, hanno sconvolto il web e non solo. Infatti l’imprenditrice ha apertamente dichiarato di assumere una ben precisa categoria di donne per un preciso motivo. La 53enne stilista nell’ambito del talk organizzato da PWH Italia e Il Foglio sul tema dell’imprenditoria femminile nel mondo della moda ammette senza alcuna remora di aver assunto nella sua azienda donne in ruoli dirigenziali solo dopo il compimento degli “anta”. Tutte donne che in linea di massima “hanno superato i quattro giri di boa”, intesi come matrimonio, gravidanze ed eventuale separazione, così che di conseguenza possano essere  presenti al massimo nella loro professione. Dichiarazioni che non sono affatto piaciute ai più. Tanto che l’imprenditrice è stata costretta a replicare e a chiarire la sua posizione sul tema per quanto possibile:

Come ho sottolineato, avere una famiglia è un sacrosanto diritto. Chi riesce a conciliare famiglia e carriera, è comunque sottoposta a enormi sacrifici, esattamente come quelli che ho dovuto fare io! Il riferimento è alla decisione di tornare a lavoro a distanza di due soli giorni da quello del parto cesareo.

Tuttavia, c’è qualcuno, o meglio “qualcuna” che ha deciso di difendere la stilista

Il difensore d’eccezione

Elisabetta Franchi, nella bufera: a difenderla interviene…

A difendere Elisabetta Franchi, a sorpresa, quindi, interviene Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis e opinionista in studio dell’ultima edizione del Grande Fratello Vip. La produttrice romana lo fa attraverso un post di Twitter:

Il modo di #elisabettafranchi di esprimere la sua politica aziendale non sarà sicuramente stato gradevole ma ricordo  che è la SUA azienda, che paga LEI  i suoi dipendenti  e credo sia libera di assumere CHI REPUTA PIÙ OPPORTUNO. E adesso scatenatevi pure con la vostra demagogia.

Difesa che non è piaciuta neanche un po’ a molti internauti che hanno criticato aspramente la signora Bonolis, nota sempre di più per le sue idee fuori dal coro…