Don Matteo 13, arriva don Massimo: prete senza tonaca che va in moto

Don Matteo: esce di scena Terence Hill e arriva Raoul Bova con il suo don Massimo. I due non si incontreranno  all’interno della fiction: sarà una staffetta che prevede il solo passaggio del testimone. E le prime riprese, girate sempre a Spoleto, svelano che tipo sarà il nuovo “Don” della parrocchia umbra.

raoul-bova-e-terence-hill-

Don Matteo, sono già iniziate le nuove riprese della fiction: Terence Hill ha salutato tutti ed è arrivato Raoul Bova, che interpreterà don Massimo. Una sorta di staffetta tra i due “don” così diversi tra loro. Il prete detective più famoso d’Italia si è congedato dalla troupe e dalla produzione dopo venti anni.   

Don Matteo, il commovente addio di Terence Hill

terence_hill_don_matteo-1

Terence Hill ha indossato la tonaca di Don Matteo per 20 anni, ed ora l’attore 82enne ha deciso di dedicarsi alla sua vita privata e alla moglie. Da qui la scelta di terminare la serie, che ha visto il prete detective imporsi sul piccolo schermo di tutta Italia e anche oltre. Raoul Bova ha anche ammesso di non aver partecipato ai festeggiamenti per la partenza  di Terence Hill, perché ha voluto lasciare al collega tutta l’intimità che questo saluto richiedeva.

Don Matteo, Raoul Bova sarà Don Massimo

raoul-bova-don-matteo2

Come lo stesso attore 50enne romano ha precisato, non si tratta di “un rimpiazzo”, ma di una “storia che continua”. Durante un’intervista Bova ha sottolineato:

“Il personaggio di Terence sceglie Don Massimo perché pensa che abbia i requisiti per portare avanti il suo modo di intendere la vita e parlare con la gente. Per me è come la staffetta della 4×100. Mi sta per arrivare questo testimone in grande velocità e io spero di dare il massimo per arrivare a vincere” .

Don Matteo, Raoul Bova: “Sarò un personaggio positivo”

Raoul-Bova-e-Nino-Frassica-

E il prossimo colonello Fitzgerald in Sandokan rivela che il suo sarà un personaggio positivo che infonderà tranquillità. E per ottenere questo si è rivolto ad una guida spirituale, don Carlo, che lo ha aiutato ad entrare nel personaggio.

“La magia di Don Matteo sembra semplice sulla carta ma escono fuori delle componenti molto importanti a livello di principi umani e di valori. Guardo a questo personaggio con grande curiosità e serenità, anche per dare al pubblico un personaggio positivo che possa far andare a letto le persone con una speranza in più”.

Che cosa sappiamo su don Massimo? Ancora poco. La  sua vita prima di arrivare a Spoleto è top secret e verrà svelata durante la serie.  Si sa solo che ha sentito la chiamata del Signore da adulto, ha rischiato di morire, ha una spiritualità francescana e spiegherà perché Don Matteo è scomparso, sparito in modo così silenzioso.