Cristiano Ronaldo, l’annuncio della sorella: “Ho il Covid”

28/07/2021

Katia Aveiro, sorella di Cristiano Ronaldo, di recente è stata ricoverata all’ospedale di Madeira. La donna ha fatto il suo ingresso nella struttura a causa del Covid, con cui si è contagiata. Ad annunciare la notizia è stata lei, tramite il suo profilo Instagram.

katia_aveiro_ronaldo_ipa

In pochi sanno che Cristiano Ronaldo ha una sorella. La donna, nata nel 1977, si chiama in realtà Liliana Cátia dos Santos Aveiro e nella vita fa la cantante. Il suo account, dove pubblica i suoi brani in portoghese ma anche dettagli della sua vita privata, è davvero seguito e, infatti, vanta 1,2 milioni di followers.

La sua carriera musicale è iniziata ormai oltre 15 anni fa, quando ha debuttato con il brano Boom Sei Parar con lo pseudonimo di Ronalda; nome chiaramente ispirato al fratello di cui dice di essere la fan numero uno.

Proprio sul suo account, così, in queste ore la donna ha voluto rendere noto di essersi contagiata per Covid. In un lungo post ha infatti spiegato come sono andate le cose.


Leggi anche: Cristiano Ronaldo: la Dieta dei 6 pasti

Cristiano Ronaldo: la sorella ha il Covid

katia-aveiro-sorella-ronaldo

“Questo è l’ultimo post che avrei voluto fare, ho cercato di non farlo in questi giorni, ma siccome le notizie viaggiano veloci, e per rispetto verso chi mi segue e si prende cura di me e dei miei cari, condividerò con voi la verità”.

ha detto Katia Aviero sul suo account Instagram, raccontando che dal 17 luglio è stata colpita dal Covid e che dopo essere risultata positiva è stata a casa in isolamento, nonostante i pochi sintomi.

“Tutti a casa si sono infettati tranne mia madre (grazie a Dio). I video che ho pubblicato per strada erano già stati fatti prima della mia positività”.

ha continuato, raccontando che venerdì scorso, il 23 luglio, è invece peggiorata.

“Ho avuto una polmonite a causa del maledetto virus, insomma sono stata ricoverata in ospedale ed eccomi qui. Sto reagendo bene, ho miglioramenti visibili ogni giorno che passa, grazie a un’équipe medica meravigliosa”:

ha spiegato, tranquillizzando tutti. Insomma, queste virus non ha davvero limiti di sesso, razza o età!