Chiara Ferragni: il dietro le quinte dell’abito sostenibile

Giulia Marinangeli
  • Diplomata in scuola di traduzione
11/07/2021

L’8 luglio Chiara Ferragni, sul red carpet del Festival di Cannes per la presentazione della capsule realizzata per Nespresso ha indossato un abito in materiali sostenibili. Oggi l’imprenditrice digitale ha postato un video che mostra il dietro le quinte della realizzazione.

chiaraferragni

Negli scorsi giorni Chiara Ferragni è stata a Cannes per promuovere la sua capsule Nespresso x Chiara Ferragni.

Proprio come a Milano, anche sulla Croisette è stato allestito un Nespresso x Chiara Ferragni Temporary Beach Club and Café che rimarrà accessibile al pubblico fino al prossimo 17 luglio.

Per l’occasione, Chiara Ferragni ha rappresentato il celebre brand di caffè anche sul red carpet del Festival del Cinema, indossando un meraviglioso abito verde lime realizzato a mano da Giambattista Valli.

Coerentemente ai valori di sostenibilità ambientale promossi da Nespresso e dalla stessa Chiara, l’abito da sogno è stato creato con l’utilizzo di materiali sostenibili.

Oggi, sul suo profilo Instagram, l’imprenditrice digitale ha postato un video che mostra il dietro le quinte della nascita del suo abito.

Un abito green nel colore e nella realizzazione

L’abito che Chiara Ferragni ha indossato sul red carpet del Festival di Cannes è un vero e proprio abito da sirena: tessuti leggerissimi di un vibrante verde lime impreziosito da fiori in alluminio sul décolleté e sulla schiena.

L’abito, realizzato a mano dallo stilista italiano Giambattista Valli, porta con sé un messaggio molto importante fortemente voluto da Chiara Ferragni e da Nespresso: la sostenibilità ambientale.

Come spiegato dalla stessa Chiara infatti, per il suo abito lo stilista ha utilizzato soltanto materiali sostenibili che prevedono un basso impatto ambientale.

I tessuti utilizzati sono tutti certificati e rispondenti agli standard GOTS (Global Organic Textile Standards), volti a promuovere ed incoraggiare una produzione tessile più responsabile.

Per quanto riguarda i fiori argentati che impreziosiscono lo scollo, le spalle e lo strascico dell’abito, sono stati realizzati con alluminio riciclato all’80%, stesso alluminio sostenibile che Nespresso utilizza per le sue capsule da caffè.

Giambattista Valli parla dell’abito di Chiara

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)

Oggi Chiara Ferragni ha postato un video sul proprio profilo Instagram che mostra la nascita del suo red carpet gown, a partire dai due mesi che hanno preceduto il suo sfoggio in occasione del Festival di Cannes.

A parlare, oltre a lei, è lo stesso stilista Giambattista Valli che ha spiegato e illustrato la progettazione e realizzazione dell’abito, completamente fatto a mano.

L’utilizzo di materiali riciclati è una scelta non ancora molto diffusa nel mondo della moda, ma lo stilista ha accettato volentieri il progetto, che si è concluso con un vero tripudio di consensi dopo essere stato indossato a Cannes da Chiara.