Chiara Ferragni fa decluttering: in vendita i suoi abiti per beneficenza

19/10/2021

Ieri Chiara Ferragni ha mostrato dai suoi social di avere aperto un profilo adibito alla vendita dei suoi capi personali per liberare spazio nel proprio armadio. È quindi possibile acquistare online i suoi abiti e molto di più. Tutto il ricavato delle vendite verrà devoluto a scopo benefico.

chiara ferragni-13-24

Una collaborazione tra Chiara Ferragni e una nota app per vendere oggetti di seconda mano online ha dato vita ad un’azione di decluttering nel guardaroba dell’imprenditrice digitale.

I capi “in eccesso” sono stati messi in vendita nel web e possono essere acquistati tramite app. Il ricavato del decluttering di Chiara Ferragni verrà devoluto in beneficenza alla Onlus Ospedale Buzzi di Milano.

L’operazione di decluttering

Il “decluttering” è un’abitudine ecosostenibile che negli ultimi tempi sta prendendo sempre più piede: liberare il proprio armadio, fare spazio, e mettere in vendita tutto quello che non si utilizza più per fare sì che terzi possano dare nuova vita a tutto ciò che di inutilizzato si accumula nel tempo nelle case di tutti.


Leggi anche: Psicologia degli abiti: come capire il carattere delle persone

Anche Chiara Ferragni ha deciso di pubblicizzare questa buona abitudine, e lo ha fatto pubblicizzando Wallapop, un’app che permette di vendere online i propri oggetti e di acquistarne altri.

L’imprenditrice digitale ha aperto il proprio profilo nell’app e ha messo in vendita diversi suoi capi d’abbigliamento, e non solo: anche oggetti per la casa, giocattoli e attrezzatura sportiva.

Il ricavato in beneficenza

Dopo avere annunciato sul suo profilo Instagram la vendita online di alcuni capi del suo guardaroba, Chiara Ferragni ha anche rivelato che tutto il ricavato del decluttering verrà devoluto in beneficenza.

L’intera somma che verrà raccolta dalle vendite infatti, verrà devoluta alla Onlus Ospedale Buzzi di Milano, per sostenere il reparto di terapia intensiva neonatale. A questa somma, Chiara Ferragni aggiungerà altri 20000 euro per comprare una o più incubatrici per salvare la vita dei bambini nati prematuramente.

Ancora una volta Chiara Ferragni sostiene un’iniziativa altruista e amica dell’ambiente.