Chiara Ferragni: ecco perché Leone non va ancora a scuola

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
10/03/2021

Leone Lucia Ferragni, figlio di una delle coppie più famose dei social, avrebbe dovuto cominciare ad andare all’asilo già da diverso tempo ma Chiara e Federico, i genitori del piccolo, hanno deciso di aspettare. Ecco perché.

chiara-ferragni-sgridata-dal-figlio-leone-chiara-ferragni-propone-leone-come-volto-barrette-kinder

A breve la famiglia di Fedez e Chiara Ferragni si allargherà con l’arrivo della secondogenita della coppia che, però, non sappiamo ancora come si chiamerà perché i Ferragnez hanno rivelato solo l’iniziale del nome che hanno scelto per la piccola: la lettera V.

Mentre attende con ansia il momento di dare alla luce la bambina, però, Chiara continua a condividere sui suoi social i progressi della gravidanza e ieri, tra uno scatto e l’altro, ha anche dedicato un po’ di tempo a rispondere alle domande dei suoi followers.

Una domanda in particolare, però, ha attirato l’attenzione dei più attenti: quella su Leone e il perché non vada ancora a scuola.

Ferragnez: niente asilo per Leone

Chiara-Ferragni-Fedez-Leone

Da quando è venuto al mondo, Leone è sempre stato molto presente sulle stories di mamma e papà. Un po’ a causa della sua simpatia, un po’ via del lavoro dei suoi genitori, infatti, il piccolo di casa Lucia – Ferragni, appare sempre tra stories e scatti.

Anche di recente l’imprenditrice digitale ha parlato di lui. Rispondendo alle curiosità dei suoi followers, infatti, la Ferragni ha spiegato come mai Leone non ha ancora iniziato l’asilo, nonostante avrebbe l’età per farlo.

“Doveva iniziarlo a settembre dell’anno scorso, però per via del Covid abbiamo preferito aspettare e quindi inizierà l’anno prossimo”.

ha infatti confessato Chiara ai suoi followers che, ancora una volta, si è dimostrata una mamma premurosa e protettiva.

Per fortuna i due possono permettersi di tenere il figlio a casa anche grazie a loro rispettivi lavori (che gestiscono anche comodamente seduti sul divano) ma, soprattutto, grazie ad una tata che segue Leone 24 ore su 24.