Barbara D’Urso: il suo segreto è il polline

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
04/10/2022

Barbara d’Urso, che in queste ore sta gioendo per gli ottimi risultati ottenuti con l’ultima puntata di Pomeriggio 5, stamattina ha condiviso con i suoi fan la ricca colazione che si è gustata dopo un lungo allenamento e prima di rimettersi al lavoro.

Barbara D’Urso: il suo segreto è il polline

Ormai è risaputo, Barbara d’Urso tiene moltissimo alla sua linea e, infatti, per tenersi in forma pratica moltissimo sport e segue un’alimentazione molto controllata.

Anche se è tornata in tv, la donna non ha certo smesso di allenarsi e, infatti, suoi suoi social non è raro vederla mentre pratica boxe, sport da lei amatissimo, danza o si concede una semplice corsetta.

In attesa di vederla tornare al lavoro con Pomeriggio 5, che andrà in onda fra poche ore, la conduttrice partenopea ha mostrato ai suoi fan cosa mangia dopo un lungo allenamento.

Barbara d’Urso: il segreto della sua alimentazione

Barbara D’Urso: il suo segreto è il polline

Barbara d’Urso non perde occasione per condividere sul suo profilo, oltre che scatti che la ritraggono sexy, anche dettagli relativi alla sua alimentazione. Stamattina, per esempio, la conduttrice partenopea ha mostrato ai suoi fan la colazione scelta.

Buongiorno! Polline, dopo un’ora di allenamento, questi buonissimi e guardate, glie metto ancora un po’: tò!

si sente dire la conduttrice, mentre aggiunge del cioccolato al suo yogurt con cereali e, appunto, polline. Ma di cosa si tratta? E’ una sostanza prodotta dalle api che, di solito, la riservano alle covate nell’alveare.

Questo alimento, proteico e benefico, è un vero e proprio ricostituente naturale in quanto contiene proteine, vitamine, grassi, aminoacidi, fibre, enzimi e carboidrati.

Il polline rafforza il sistema immunitario, combatte stanchezza e stress, ha proprietà antiossidanti e contrasta i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento di cui Barbara è molto preoccupata.  È ottimo per la flora intestinale e, oltre a combatter l’anemia, contrasta persino gli stati influenzali. 

E voi, lo conoscevate?