Aspettative di vita in Italia: la classifica delle città e delle regioni più longeve

L’Italia mostra un marcato divario nella speranza di vita tra il Nord e il Sud, influenzato non solo dalle condizioni socio-economiche ma anche dalla qualità dell’assistenza sanitaria disponibile.

Secondo l’ultimo Rapporto sul benessere equo e sostenibile dell’Istat, la provincia di Bolzano emerge come l’area con la maggiore aspettativa di vita in buona salute, mentre regioni come Basilicata, Molise e Calabria registrano i numeri più bassi.

Aspettative di vita in Italia: tra nord e sud un abisso

Residenti nel Nord Italia, in particolare a Bolzano, possono aspettarsi di vivere fino a 84,1 anni, con ben 66,5 di questi anni in buona salute, circa l’80% della loro vita. Questo contrasta nettamente con la situazione nel Sud, dove la speranza di vita in buona salute si attesta significativamente più bassa.
In Basilicata, ad esempio, gli anni di vita attesi in buone condizioni sono solo 52,8, seguita da Molise con 54,9 anni e Calabria con 55,4 anni. Questo significa che, rispetto ai loro connazionali di Bolzano, i lucani vivono meno anni in buona salute per quasi 14 anni.

Nek sud carenze di strutture e personale sanitario

Tra i principali fattori che contribuiscono a queste differenze regionali vi è la carenza di strutture e personale sanitario nel Sud. Inoltre, il rapporto dell’Istat sottolinea una diminuzione generale della fiducia nei professionisti sanitari, particolarmente marcata nel Mezzogiorno, dove una percentuale significativa di residenti esprime insoddisfazione verso il personale medico e sanitario. Questo declino nella fiducia può influenzare negativamente l’accesso e l’utilizzo dei servizi sanitari, aggravando ulteriormente le disparità regionali.

Emigrazione Sanitaria: alla ricerca di cure migliori

Il fenomeno dell’emigrazione sanitaria, con pazienti che si spostano da una regione all’altra in cerca di cure migliori, riflette anch’esso le disuguaglianze nell’assistenza sanitaria. Regioni come Basilicata, Calabria, Campania e Puglia registrano alti flussi di emigrazione ospedaliera non compensati da flussi in entrata, sottolineando la necessità di interventi mirati per migliorare l’offerta sanitaria locale.

La classifica delle città e delle Regioni dove si vive di più in Italia

  1. Bolzano: Gli abitanti possono aspettarsi di vivere 66,5 anni in buona salute su un’aspettativa di vita totale di 84,1 anni.
  2. Valle d’Aosta: Presenta una speranza di vita in buona salute di 64,0 anni con una vita attesa complessiva di 83,1 anni.
  3. Toscana: Gli abitanti possono aspettarsi di vivere 62,5 anni in buona salute su un’aspettativa di vita totale di 83,8 anni.
  4. Veneto: Con una speranza di vita in buona salute di 62,3 anni e un’aspettativa totale di 83,8 anni.

Le regioni con la minore speranza di vita in buona salute sono:

  1. Calabria: Gli abitanti hanno una speranza di vita in buona salute di 55,4 anni.
  2. Molise: Con una speranza di vita in buona salute di 54,9 anni.
  3. Basilicata: La regione con la più bassa aspettativa di vita in buona salute, con solo 52,8 anni.