Ambra Angiolini, confessa: “la radio mi ha salvato”

Luca Uccello
  • Esperta in TV e Spettacolo
07/09/2021

È andata al Festival del Cinema a Venezia da protagonista, è tornata anche in radio con un programma al mattino tutto suo, su Radio Capital. Per Ambra Angiolini il mezzo radiofonico è stata una salvezza dopo un momento difficile, in cui ha dichiarato a La Repubblica si sentiva abbandonata…

ambra angiolini

Per fortuna c’è la radio. O meglio per Ambra Angiolini c’è anche quella oltre al Cinema. Ci sono le mattine di Radio Capital, tutte al femminile, per la quasi signora Allegri va in onda dopo Selvaggia Lucarelli e Daria Bignardi.

A La Repubblica l’ex conduttrice di Non è la Rai ha rivelato di essere  nuovamente felice, realizzata e pronta a vivere Milano, dove si è trasferita da poco con sua figlia Jolanda. Una nuova sfida che Ambra voleva per salvarsi. E a quanto pare ci è riuscita:

“La radio mi ha salvato la vita in un periodo difficile. In tv non mi volevano più e mi proposero di lavorare a Radio 2, si è acceso il cervello. Mi ha salvato la testa, mi sono sentita libera, ho lavorato sui testi. L’idea di migliorare e essere credibile è stato importante. Poi la radio mi ha tolto “la facciona”, la faccia sparisce”.

Ambra Angiolini minacciata di morte per la campagna anti-covid

ambra-angiolini-2

Un momento difficile che Ambra Angiolini ha dovuto convivere anche dopo aver scelto di promuovere la campagna per il vaccino. Una scelta che a qualcuno non è piaciuta e per questo è stata attaccata, anche violentemente:

“Mi hanno insultato con ferocia inaudita, fino ad augurare la morte. Io e mia figlia abbiamo avuto il Covid, sono stata male anche dopo”.

Per questo Ambra ha scelto di vaccinarsi nonostante i no vax e le minacce:

“Siamo tutti vaccinati, la famiglia, Max Allegri, tutti. È troppo importante, spero che lo capiscano”.