Allergie: come combatterle

13/08/2021

Quanti di voi sono allergici a polline, polvere e tante altre cose? Ma realmente quante persone hanno allergie e perché quest’ultime si sviluppano? Scopri tutto quello che c’è da sapere

c06d49e1-142a-4def-a94a-a75e74a0fb58

Con l’arrivo delle belle giornate e le prime passeggiate all’aria aperta, per molti inizia un vero e proprio incubo. Sì, perché con la primavera tornano anche le allergie, che in questa stagione si manifestano e si acutizzano, provocando una serie di fastidi.

Questo disturbo colpisce circa il 25% della popolazione del nostro Paese; le sostanze che lo scatenano sono gli allergeni, elementi che si trovano ovunque: nei peli degli animali, negli acari della polvere di casa, nelle muffe, nei conservanti e, in particolar modo, nei pollini delle piante che sono trasportati dal vento e che provengono principalmente dalle erbe (gramigna, erba canina, erba vetriola, assenzio, ecc.) ma anche da alberi e arbusti.

Le allergie respiratorie sono in costante aumento nel nostro Paese: dal 1986 a oggi è quasi raddoppiato il numero di persone che ne soffrono.

Allergie: cause e rimedi

3f9fa684-0056-42d7-8e94-af7e169c49e7

Le cause sono diverse e non completamente note: l’inquinamento e l’esposizione al fumo passivo rappresentano fattori che probabilmente ne favoriscono l’insorgenza, ma anche il nostro organismo ha subito nel tempo dei cambiamenti che lo hanno, in qualche modo, reso più vulnerabile. In certe persone, infatti, per ragioni genetiche accade che il sistema immunitario scambi alcune sostanze innocue presenti nell’ambiente (allergeni) per un pericoloso aggressore, innescando così la “reazione allergica”.