Sole: come proteggere il bambino

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa

Il vostro bambino si scotta spesso se esposto al sole per diverse ore? Non sapete più come fare per ovviare a questo problema? Abbiamo la soluzione che fa al caso vostro. Ecco a voi una serie di consigli per proteggere i vostri figli dai raggi solari, dagli occhi sino alla pelle!

Bambino, Sole

Vietato stare al sole con il tuo bebé a passeggiare sul bagnasciuga dopo le fatidiche ore 11. Lo ripetono da anni tutti gli enti della salute italiani e americani. I dermatologi sconsigliano perfino di tenere il bambino sotto l’ombrellone a quell’ora perché penetrano più del 50% di raggi Uv. E si sa che l’epidermide dei piccoli non si comporta come quella di un adulto. Infatti la melanina, il pigmento naturale che protegge dai raggi solari, non è presente in modo uniforme. Via libera alle creme protettive, ma ricordati che non sono sufficienti.

Come proteggere tuo figlio con il giusto abbigliamento

Bambino, Mare

Per proteggere il corpo di tuo figlio, anche dalle 8 alle 10, c’è un’unica soluzione: vestirlo.

La raccomandazione è quella di fargli indossare un cappellino (in tessuto anti-Uv) a tesa larga e circolare che copra il capo, ma anche le orecchie, il naso e il collo. Il genere “legionario” che assomiglia a un elmetto è l’ideale. Sconsigliati i berrettini da baseball con visiera: non forniscono protezione per le orecchie e per il collo. Stai comunque attenta all’eccessivo surriscaldamento della testa che può causare una sofferenza del microcircolo e un’alterata produzione di cheratina, la sostanza di cui sono composti i capelli. La contromossa in questo caso: bagnare spesso il viso e il capo. Assolutamente sì agli occhiali da sole.

Non dovete mai essere frettolose nel vestire il vostro bambino, soprattutto in vista dell’estate. Anche se non dimostra sofferenza al sole, la pelle in primis può ricevere dei grandi danni.

Abbiate un po’ più di pazienza e con il tempo il vostro bambino e la sua salute ve ne saranno grati!