Sesso in gravidanza: vietato o permesso?

-
05/04/2021

Con la consulenza del dottor Umberto Gattei, dirigente dell’unità di ginecologia capiamo quando è possibile e quando è sconsiglia avere rapporti in gravidanza. Salvo casi specifici infatti i rapporti con il proprio partner nel periodo di gestazione sono possibili. 

smiling-young-pregnant-wife-lying-bed


Molto spesso si pensa (erroneamente) che il sesso durante la gravidanza sia vietato e che possa nuocere al bambino o, addirittura, favorire un aborto nei primi mesi di gestazione. Sbagliato. Umberto Gattei, Dirigente Medico, Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia della Clinica Mangiagalli di Milano; spiega:

“Nulla vieta alla coppia di svolgere attività sessuale con la frequenza e voglia che preferisce, ma solo se la gravidanza non ha particolari problemi e con qualche accorgimento in più”.

Dunque, sì, può fare sesso durante la gravidanza; scopriamo tutto ciò che c’è da sapere in merito.

Cosa si può fare durante la gravidanza?


Leggi anche: Viaggiare in gravidanza: macchina e aereo, consigli e cosa evitare

husband-holding-his-pregnant-wife In una gravidanza non a rischio, quindi, iniziata senza problematiche di alcun genere, non esiste un motivo medico che imponga di rinunciare ad avere rapporti sessuali. E sicuramente non nuoce al piccolo. Il dottor Gattei precisa:

“Il bambino è al sicuro all’interno della pancia della mamma, protetto dal liquido amniotico, dal sacco amniotico e dalle pareti uterine. Assolutamente senza fondamento anche il timore legato alle contrazioni provocate dal raggiungimento dell’orgasmo da parte della donna che, effettivamente, avvengono, ma che non sono in grado di provocare un parto prematuro”.

Serve, però, qualche accorgimento e attenzione in più rispetto alla norma, continua il dottor Gattei:

“Durante la gravidanza è necessaria una dolcezza maggiore, evitando una stimolazione sessuale troppo violenta, perché la donna si trova, comunque, in una condizione particolare in cui il seno e le pareti dell’utero sono molto più sensibili e, quindi, ha bisogno di più delicatezza e a volte di preliminari maggiori. Inoltre, nell’ultimo trimestre alcune posizioni non sono praticabili  per l’ingombro della pancia, su cui è opportuno non ‘pesare’. La coppia deve, quindi, optare per posizioni, che non esercitino pressioni fastidiose sul ventre della futura mamma”

Quando astenersi e quando è consigliato “farlo”

pregnant-couple

In alcuni casi, il medico può consigliare di astenersi dall’avere rapporti sessuali.


Potrebbe interessarti: Kiwi: proprietà benefiche per gravidanza, emorroidi e stipsi

“Si tratta di condizioni in cui la gravidanza è a rischio. Durante il primo trimestre, per esempio, è da evitare se vi è stata una precedente minaccia di aborto o vi è già stato un aborto spontaneo. Se la donna ha una placenta previa (cioè che si è posizionata in prossimità del collo dell’utero) oppure se sta aspettando dei gemelli o, ancora, se esiste la possibilità di un parto prematuro, invece, l’attività sessuale è controindicata a qualsiasi epoca gestazionale”

Il ginecologo di fiducia, in ogni caso, è l’interlocutore migliore cui chiedere consiglio in caso di dubbio. Bene, invece, il sesso quando la gravidanza è giunta al termine. Il dottor Gattei precisa:

“A una donna a termine con gravidanza fisiologica viene consigliato di avere rapporti sessuali completi per la capacità del liquido seminale, che contiene prostaglandine, di stimolare l’inizio del travaglio del parto. Questa sostanza, infatti, è la stessa utilizzata sotto forma di gel nelle sale parto proprio per indurne l’avvio”

Desiderio oscillante

couple-pregnant-waiting-baby

A volte ci si astiene dal sesso non per timore di nuocere al bambino, ma perché nella donna il desiderio è assente. Galtei conclude spiegando:

“Non ci si deve preoccupare, è normale ed è legato agli ormoni, che hanno sbalzi notevoli durante la gestazione, provocando una diminuzione nei primi mesi di gestazione e poi un picco della libido nel secondo trimestre. Verso il settimo mese di gravidanza, infine, il desiderio cala nuovamente per la stanchezza della donna e l’ingombro della pancia”.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica