Gli sculaccioni non sono educativi per i bambini

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa

I metodi educativi cambiano in base alla generazione e la cultura, ma uno dei “must” di molti genitori sono gli sculaccioni; gli esperti sono intervenuti per mitigare questo tipo di punizione che non apporta nulla di positivo alla crescita emotiva e personale del bambino.

Punishment

Non ci sono scuole per diventare genitori, si impara un po’ per volta, faticosamente, guidati dall’amore, a crescere il proprio bambino, accompagnandolo nel suo cammino verso l’autonomia.

A volte di dire di no a una sua richiesta è difficile: le sue proteste rendono difficili le spiegazioni e una sberla può essere una facile scorciatoia. In realtà, rappresenta sempre un fallimento nell’educazione dei figli, serve solo a scaricare il nervosismo e superare il senso di frustrazione dovuto alla consapevolezza di non essere stati in grado di gestire il piccolo.

Gli sculaccioni, anche se hanno funzionato con una generazione diversa, non è detto che si adattino anche ai bambini di oggi; essere un bambino al giorno d’oggi è diverso, così come le necessità emotive cambiano di generazione in generazione.

Allo stesso modo la figura genitoriale cambia la percezione agli occhi del figlio, attraverso un forte metodo punitivo, il bambino inizierà a percepire il genitore non come un riferimento ma come un aguzzino.

Gli sculaccioni umiliano il bambino

Child

Tutti i genitori hanno avuto la tentazione di assestare un bello sculaccione al proprio bimbo, nell’esasperazione causata da capricci e rimostranze ingiustificate. Se alla fine avete ceduto, niente paura, non avete procurato un trauma irreparabile.

Solo quando diventano un vero e proprio strumento per “educare”, le conseguenze possono diventare serie. «Un piccolo picchiato spesso può crescere spaventato e da adulto essere timido, insicuro e sottomesso», precisa la dottoressa Anna Cavalleri, psicologa e psicoterapeuta a Bologna.

«Pur continuando a voler bene a mamma e papà, può avere nei loro confronti un forte risentimento e sviluppare atteggiamenti aggressivi, ribelli e testardi».