Otite bambini: nuovo strumento di prevenzione

-
20/02/2021

L’otite è una fastidiosa infiammazione che colpisce soprattutto tra i più piccoli, infatti circa il 90% dei bambini almeno un volta hanno sperimentato questa fastidiosa infiammazione dell’orecchio. Adesso però esiste un dispositivo medico per poterla contrastare.

pediatrician-doing-ear-exam-baby-girl


L’otite media è particolarmente diffusa in età pediatrica: colpisce il 90% circa dei bambini almeno una volta nei primi tre anni di vita, e nel 50% dei casi tende a recidivare tre o più volte nello stesso periodo di tempo.

La buona notizia arriva grazie a un nuovo trattamento topico, già disponibile nelle farmacie italiane. Si tratta del primo dispositivo medico (a base di Streptococcus salivarius 24SMBc e Streptococcus oralis 89°) in grado di creare un effetto di bio-barriera per gli agenti patogeni, contrastarne la replicazione e ripristinare la normale flora batterica.

Stefania Stefani, professore ordinario di Microbiologia presso il Dipartimento di Scienze Biomediche e Biotecnologiche dell’Università degli Studi di Catania, ha spiegato:


Leggi anche: Diabete: prevenzione e diagnosi

“Entrambi appartenenti al genere degli Streptococchi alfa-emolitici autoctoni, essi sono parte del microbiota orale”

Come dimostrano diversi studi, la flora nasofaringea ha un ruolo rilevante nella protezione dalle infezioni delle alte vie respiratorie, tra cui la più frequente è senz’altro l’otite media acuta.

Terapia contro l’otite

portrait-angry-unhappy-irritated-little-boy-covering-ears

Il nuovo approccio terapeutico, che si somministra direttamente nel naso attraverso uno spray, viene incontro anche alla crescente necessità, ribadita dalle autorità sanitarie internazionali; quella di ridurre il ricorso agli antibiotici per contrastare il fenomeno dell’antibiotico-resistenza, che oltretutto “rischia di compromettere in modo sempre maggiore l’efficacia terapeutica”, ha spiegato Nicola Principi, professore di Pediatria all’Università degli Studi di Milano.

Lo specialista, fondatore della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP), ricorda come:

“Secondo le recenti linee guida, andrebbero trattati con antibiotici solamente i bambini di età inferiore ai 2 anni con una forma bilaterale di otite media acuta e tutti quelli che, indipendentemente dall’età, presentano una forma clinicamente rilevante, con complicanze o abbiano sofferto in precedenza di ripetuti episodi”.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica