Come far addormentare un neonato da solo?

Tracy Hogg nel 2004, ha scritto il libro “Il linguaggio segreto dei neonati”  in cui offre preziosi consigli. La Hogg sostiene che i bebè hanno bisogno di imparare da soli ad addormentarsi e a sentirsi tranquilli, anche se il conforto dei genitori è sempre importante per uscire dalla difficoltà nel prendere sonno. Il bambino impara sempre dai comportamenti dei genitori: se il piccolo viene abituato a dormire in braccio, percepirà questa azione come “è così che ci si addormenta”.

NEONATO

Un metodo semplice ed efficace: Tracy Hogg ha ideato il metodo E.A.S.Y., acronimo di Eat, Activity, Sleep, You, basato sulla creazione di una routine fatta di fasi, che permette ai bambini di sentirsi confortati e rassicurati da situazioni prevedibili; un metodo basato sul rispetto del neonato, che ha come unico impedimento quello di non saper comunicare a parole i suoi bisogni.

Ogni gesto e segnale dunque va osservato e interpretato. Il metodo E.A.S.Y. permette al piccolo di sperimentare un senso di sicurezza derivante dalla ripetizione dei gesti e di lasciarsi andare alla fase successiva con più fiducia, sapendo già cosa accadrà.


Leggi anche: Neonato: come ridurre gli sprechi

Ad esempio, se ogni sera si decide di fare il bagnetto al bimbo prima della nanna, la ripetizione di questa attività, sera dopo sera, metterà a proprio agio il neonato che, verosimilmente, si abbandonerà al sonno più tranquillamente. L’importante è non sottovalutarne mai il pianto, unico modo di comunicare un disagio o un bisogno nelle sue prime settimane di vita.

Neonati e sonno: attenzione all’autonomia del piccolo

NEONATO

La necessità di autonomia del piccolo però, non deve essere tradotta in abbandono e dunque è controproducente lasciarlo piangere. Se ci si rende conto che l’unico modo per calmarlo è prenderlo in braccio, non dobbiamo pensare che farlo equivale a viziarlo.

Meglio cullarlo tra le braccia e per un po’ e poi rimetterlo nella culla e rimanergli accanto, facendo sentire la propria presenza.


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica