Come affrontare l’ingresso nella scuola materna?

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa

Con la consulenza della dottoressa Laura Muscarella, psicologa abbiamo deciso di analizzare uno degli eventi più traumatici della vita dei bambini: l’ingresso nella scuola materna. Scopriamo insieme come affrontarlo.

School

Primi giorni di scuola materna. In casa regna il caos. Il bambino piange, urla e si rifiuta di andare all’asilo. Mamma e papà non sanno come comportarsi dinnanzi ai capricci, hanno tanti dubbi e tante incertezze. Primi tra tutti: “Si ambienterà?”, “Sentirà la nostra mancanza?”. Domande comuni a molti genitori che si trovano per la prima volta ad affrontare un momento molto delicato nel percorso di crescita del bambino: l’inserimento nella scuola materna.

“Il piccolo – ci spiega la dottoressa Laura Muscarella, psicologa – con l’ingresso nella scuola dell’infanzia impara a relazionarsi con altri suoi coetanei soprattutto se è figlio unico.

Il rapporto con l’altro da sé aiuta il bambino a crescere tramite il confronto e l’apprendimento delle regole dello stare insieme nel rispetto reciproco. Se il piccolo è aiutato da un clima favorevole, si inserirà con successo nella classe, mentre se il bagaglio che si porta dietro è di frustrazioni, aggressività e tensioni, potrebbe portare questo suo vissuto all’interno del sistema classe e incontrare così ulteriori difficoltà, rafforzando una negativa percezione di sé”. Si tratta di una tappa importante anche nella relazione figlio-genitore.

“Il bambino – ci spiega l’esperta – impara a distaccarsi da mamma e papà, dunque passa da un ambiente protetto quale quello domestico a un altro pieno di stimoli e relazioni nuove, con tutte le incognite del caso. Il piccolo acquista anche fiducia nel genitore, poiché questi, alla fine dell’orario scolastico andrà a riprenderlo e ad accudirlo di nuovo. Inoltre, apprende maggior fiducia in sé stesso, accrescendo la percezione di sé e di conseguenza l’autostima”.

Le mosse giuste per aiutare il bambino

School

“I genitori – afferma l’esperta – dovranno cominciare a parlare al bambino della nuova realtà che affronterà. È bene parlarne un po’ per volta anche in presenza di parenti e amici, mettendo in luce il lato positivo del conoscere nuovi amichetti e fare nuove esperienze.

Inoltre, è bene anche solo passare davanti alla scuola che il bimbo frequenterà, o meglio ancora entrare con lui almeno una volta, qualche tempo prima dell’iscrizione, giusto per farlo familiarizzare con il nuovo ambiente e ritornare alcuni giorni prima dalle vacanze per evitare lo “sbalzo” da un ambiente ad un altro completamente nuovo”.