Bambini e sole: benefici e rischi

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Solo dopo i sei mesi d’età il sole fa bene ai bambini. Lo afferma la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps), che ricorda anche i comportamenti fondamentali per mettere al riparo i bambini dai possibili danni causati dall’esposizione solare.

Schermata 2021-06-30 alle 15.18.12

Per i più piccoli d’estate i pediatri consigliano di: evitare di uscire di casa nelle ore più calde e schermare le finestre esposte al sole, bere uno-due litri di acqua al giorno (compresa l’acqua contenuta nel latte, nei succhi di frutta, ecc), mangiare pasti leggeri, frazionati, abbondanti di frutta e verdure fresche, rinfrescare gli ambienti con ventilatori o condizionatori (senza mai scendere sotto i 25 C°).

È anche importante ventilare una vettura rimasta a lungo sotto il sole, aprendo gli sportelli e mettendo in funzione il condizionatore, non lasciare i bambini soli in auto, ricorrere a bagni e docce, evitando sempre le temperature inferiori ai 25 C°, conservare i farmaci lontano da fonti di calore e dai raggi solari.

Ma il sole può anche fare molto bene…

Sole: benefici e rischi per i più piccoli

Schermata 2021-06-30 alle 15.20.43

Il sole può avere effetti positivi sul tono dell’umore di un bambino, sul sistema immunitario, sull’apparato osteo-articolare e sulla pelle.

La mancata cautela nell’esposizione può però causare ustioni, colpi di sole, e, nel lungo periodo, l’insorgenza di tumori, tra i quali particolarmente temibili sono i melanomi.

Quindi, è indispensabile ricordare di: non esporre i bambini al sole fino all’età di sei mesi, proteggerli con cappelli a falde larghe e bagnare spesso i capelli, fare indossare occhialini da sole, dotati di filtri particolarmente protettivi, e certificati dal marchio CE, adattare i prodotti per la fotoprotezione al fototipo del bambino.

Non vanno mai fattori di protezioni inferiori a 20, e nella prima settimana di esposizione sono consigliati quelli non inferiori a 50, prefrendo i prodotti resistenti all’acqua e al sudore. Sono da preferire i vestiti larghi, di cotone o di lino, ricordando che gli indumenti bagnati proteggono meno dalle radiazioni.