Gravidanza: 11 regole per tornare in forma

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

La gravidanza è un’esperienza che lascia il segno molti dei quali, dalla cellulite alle smagliature, “indesiderati”. Se crescere i propri figli è bellissimo, un po’ meno è veder crescere pancia e fianchi o non rientrare più nei propri jeans preferiti. Ma come si può tornare in forma dopo la gravidanza?

Schermata 2021-05-19 alle 18.52.18

Secondo un’indagine condotta dal Centro Ricerche di Syneron Candela, 9 donne su 10 ritengono che dopo il parto il proprio addome non sia più tornato come prima, e se il 37% si ritrova con fianchi eccessivamente larghi, addirittura il 95% inizia a combattere con le smagliature.

Il problema, spesso, non è dovuto all’aumento di peso ma ai cambiamenti del corpo, causati in particolare dalla perdita di elasticità dei tessuti. Infatti, anche se dopo il parto l’ago della bilancia ritorna come prima o scende ad un valore inferiore, nel 71% dei casi ci si sente comunque meno attraenti. 

Grazie ad un mercato in continua evoluzione, la medicina estetica va in soccorso della bellezza con metodologie sempre più avanzate e innovative di grande efficacia. Novità assoluta, disponibile da poco in Italia, è Ultrashape Power, uno strumento che utilizza una tecnologia chiamata lipotrissia ultrasonica ad alta potenza in grado di distruggere le cellule di grasso in modo mirato e selettivo, senza intaccare i tessuti circostanti. 

Ad affiancare questo gioiello tecnologico, altre apparecchiature (VelashapeIII, Luce ad infrarossi, Radiofrequenza bipolare, Vacuum e Manipolazione meccanica) dai risultati eccellenti: a 10 settimane dall’ultimo trattamento si è osservata una riduzione media di 2,6 cm della circonferenza dell’addome e di 1,5 cm di quella delle cosce.

Specifico per le smagliature è il dispositivo Sublative che con una frequenza radio bipolare è capace di stimolare una coagulazione dermica che attiva un graduale processo di ringiovanimento della pelle.

Gravidanza: tornare in forma in poco tempo

Schermata 2021-05-19 alle 18.56.06

Dalla dottoressa Monica Razzano, Specialista in Medicina e Chirurgia Estetica presso Arlate di Calco (Lecco), ecco 11 raccomandazioni da seguire dopo la gravidanza:

1. Per qualsiasi trattamento medico estetico è buona norma attendere la fine dell’allattamento;

2. Mantenere sempre durante la gravidanza e dopo il parto una buona idratazione ed elasticità cutanea con creme specifiche;

3. Bere almeno due litri di acqua al giorno per favorire l’idratazione della massa magra e preservare l’elasticità dei tessuti, consentire la sintesi proteica, migliorare la funzione intestinale e ottimizzare la funzione renale, soprattutto se si effettuano trattamenti volti a ridurre le adiposità localizzate perché, in questo modo, si favorisce il drenaggio e l’eliminazione dei grassi;

Schermata 2021-05-19 alle 18.57.32

4. Dopo la gravidanza e l’allattamento è indicato seguire una dieta normo-proteica a basso contenuto calorico per recuperare velocemente il peso forma;

5. Anche per chi fosse in una condizione di normopeso è importantissimo, durante i trattamenti di medicina estetica, assicurare il corretto apporto di proteine. Il trattamento, infatti, stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene ed elastina e le proteine forniscono gli amminoacidi essenziali per sintetizzare queste molecole;

6. Velashape è l’unica metodica che combina la radiofrequenza bipolare, il laser infrarosso, l’aspirazione e il massaggio meccanico: tutto questo sinergicamente aumenta il drenaggio linfatico, rende la pelle tonica e compatta, riduce l’adiposità localizzata ed elimina la cellulite;

7. Velashape può essere combinato ad altre metodiche come l’ultrasuono focalizzato Ultrashape, la criolipolisi o la somministrazione mesoterapica di sostanze attive;

8. UltraShape è una tecnica non invasiva per trattare esclusivamente le adiposità localizzate. Si tratta di un ultrasuono focalizzato in grado di distruggere selettivamente le membrane delle cellule adipose. I trigliceridi, cioè i grassi contenuti in tali cellule, vengono dispersi nei fluidi extracellulari e trasportati al fegato attraverso il sistema linfatico e vascolare ed eliminati attraverso le naturali vie fisiologiche;

Schermata 2021-05-19 alle 18.56.58

9. La criolipolisi è una metodica non invasiva che distrugge, invece, le membrane degli adipociti attraverso il freddo. Anche in questo caso i grassi liberati dagli adipociti vengono eliminati attraverso gli organi emuntori;

10. L’associazione di più metodiche ottimizza il risultato: se usato subito dopo Ultrashape o la criolipolisi, il Velashape permette un’emulsione migliore del tessuto adiposo, un miglior microcircolo e quindi un migliore smaltimento degli acidi grassi liberati;

11. L’approccio più corretto per una cura definitiva, consiste nell’abbinare la medicina estetica con l’autocura domiciliare, un programma alimentare equilibrato e completo di tutti i macro e micro nutrienti, e una moderata attività fisica.