Zone erogene maschili: consigli e segreti per stimolarle

Persino l’uomo in apparenza più primitivo ama coccole e attenzioni. Ma siamo sicure di conoscere la mappa del piacere maschile? Ci sono alcune aree, infatti, davvero poco conosciute!

Schermata 2021-02-01 alle 19.59.32

“Le loro zone erogene sono moltissime e non si limitano ai genitali. Il maggior organo sessuale è la pelle, attraverso la quale si ricevono le sensazioni piacevoli ed eccitanti che portano lui all’erezione. Sta a ogni donna scoprire quali parti del corpo del suo partner sono più sensibili”

spiega a più Sani più Belli Marinella Cozzolino, psicoterapeuta e responsabile dell’Associazione italiana di Sessuologia clinica a Roma. Ma come trasformarci in “imperatrici del sesso”?

“La tecnica non potrà mai competere con la passionalità e il desiderio. Però, non bisognerebbe mai smettere di esplorare all’interno della coppia perché la noia a letto è il peggior nemico del desiderio”.


Leggi anche: Zone erogene maschili: dove sono e come stimolarle

Ecco, allora, dalla testa ai piedi, i punti più erogeni per far scatenare la sua passione. E, naturalmente, la nostra.

Errori da evitare e convinzioni sbagliate da correggere

Schermata 2021-02-01 alle 20.03.31

Occuparsi solo dell’altro

Il più grave errore è forse occuparsi solo del piacere dell’altro. L‘amante ideale, si lascia andare alle sensazioni e non si preoccupa della propria prestazione.

Non è eccitante per un uomo essere oggetto di gesti da manuale dell’erotismo senza coinvolgimento da parte della partner. Il più potente afrodisiaco è, per tutti, sentire l’eccitazione sessuale della compagna.

Il tocco giusto

Toccare e baciare i genitali è un’arte, ma non a tutti entusiasma lo stesso “stile”. Ad alcuni piace guidare la compagna, altri si aspettano che se ne occupi lei. Bisogna, poi, imparare a calibrare velocità e modalità di esecuzione.

Ricordandosi che, anche nei momenti più hot, uno sguardo amplifica il piacere.

Esprimere piacere

Ansimare, gemere e lasciarsi andare a qualche frase osé. Repertorio da film pornografico? Provate, magari vi piace. Perché con una donna che resta in silenzio tutto il tempo, il piacere per lui perde di intensità.

Eiaculazione e orgasmo

Non è detto che all’eiaculazione corrisponda sempre un orgasmo. Lui può provare intenso piacere anche senza eiaculare, così come la fuoriuscita di liquido seminale non sempre si accompagna alla soddisfazione.

Vero è, invece, che dopo a nessuno piace essere toccato lì: il pene resta molto sensibile e non va manipolato.


Potrebbe interessarti: Orgasmo femminile: segreti e consigli

Se si addormenta …

Si addormenta subito dopo? Non è insensibilità ma una reazione fisica: con l’orgasmo, si producono sostanze che inducono il sonno. È quindi un buon segno: il rapporto è stato gratificante.


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica