Sesso: la nuova moda di restare vergini

Caterina Mora
  • Dott. in Biologia della nutrizione

Vergine? È bello. Ed è di moda. Lo dice una ricerca effettuata da Anjani Chandra, William Mosher, Casey Copen e Catlainn Sionean sul comportamento sessuale dei giovani d’oggi.

juventud-adolescencia

A quanto pare stiamo assistendo ad una lieve inversione di rotta per quanto riguarda le abitudini sessuali dei ragazzi di oggi. Dai risultati emersi dallo studio dei Centers for Disease Control and Prevention (cdc) americani l’età media in cui i giovani approcciano al sesso è negli ultimi anni leggermente aumentata.

Lo svolgimento dello studio

ni-youth-forum_iwillTablet

La ricerca americana dei Centers for Disease Control and Prevention (http://www.cdc.gov/nchs/data/nhsr/nhsr036.pdf) ha analizzato il comportamento di oltre 13000 volontari e le loro abitudini sessuali. Il risultato?

Sarebbero molti i ragazzi dai 15 ai 24 che non hanno ancora vissuto la loro “prima volta”. 27 maschi e 29 femmine su 100, intervistati fra il 2006 e il 2008, dichiarano di essere ancora vergini.

Qualche anno prima, nel 2002, gli illibati erano solo 22 su 100. Secondo Anjani Chandra, autrice dello studio, insieme a William Mosher, Casey Copen e Catlainn Sionean, “la crescita del numero dei giovani vergini è piccola, ma significativa. La maggior parte dei giovani di questo gruppo ha un’età compresa fra i 15 e i 19 anni”.

Il motivo di questo ritorno in voga della verginità?

Virgin_101617_gh200-e1568130774967-2000×1135

Anjani Chandra ipotizza:

“È possibile che abbiano avuto un ruolo determinante l’educazione sessuale o i messaggi sull’astinenza. Questo è quello che ci dicono gli intervistati, e a noi non resta che prenderli sul serio”.

Secondo la ricerca, c’è anche chi sceglie di rimanere vergine fino ai 40 anni, ma sono pochi: l’1,2 per cento degli uomini e lo 0,3 per cento delle donne.