Relazione a distanza: 5 diverse categorie

Si chiama “The Distant Hello” e parla di quello che in Italia ormai è un vero e proprio fenomeno che riguarda sempre più persone. Per oltre 7 coppie su 10, infatti, la lontananza dal proprio partner non rappresenta un problema, bensì un modo per rendere la propria relazione ancora più stabile e intrigante.

Schermata 2021-01-21 alle 16.56.21

Ormai i social network, la messaggistica istantanea e le videochat sono tra gli strumenti prediletti per comunicare con il proprio partner. Ma quante volte ci si mette in contatto con l’altro?

Il 55% delle persone fino a 5 volte al giorno, mentre il 19% oltre 10. Per loro è impossibile rinunciare al “bacio del buongiorno 2.0” (65%), alla lunga telefonata giornaliera (56%) e alla buonanotte (49%) data alla propria dolce metà.

Tra i sentimenti più diffusi tra gli amanti a distanza la nostalgia (87%) e la serenità (88%), mentre il primo obiettivo che immaginano in un futuro vissuto insieme è il matrimonio (46%), seguito dal metter su famiglia (33%).

I dati emergono da uno studio promosso da NESCAFÉ Cappuccino, in occasione del lancio della piattaforma virtuale dedicata agli amori a distanza (www.thedistanthello.it), condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 1.800 italiani di età compresa tra i 18 e i 65 anni attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog e forum per capire quali sono le principali caratteristiche delle sempre più numerose relazioni a distanza.

Secondo quanto rilevato il 7,7% della popolazione italiana, pari a oltre 3 milioni e mezzo di persone, ha dichiarato di vivere una relazione a distanza, una situazione sentimentale che riguarda prevalentemente i giovani al di sotto dei 30 anni (28,4%) ed è più diffusa al Centro-Nord (8,4%) principalmente nelle aree metropolitane (9,5%).

Dall’indagine è emerso che la categoria di soggetti più avvezzi a questo nuovo trend sono i figli che ancora vivono coi genitori (31%) e che la longevità media di queste coppie supera i 7 anni.

“La lontananza, paradossalmente, avvicina nei rapporti a distanza. Stando lontani si mantiene il clima della ‘luna di miele’ e, quando ci s’incontra, la qualità del tempo vissuto insieme è generalmente migliore, perché sia mentalmente sia fisicamente non ci siamo abituati al partner e non abbiamo annacquato la passione e le attenzioni con la routine”

sostiene lo psichiatra Michele Cucchi, Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano.

The Distant Hello: le 5 categorie

Schermata 2021-01-21 alle 16.59.56

1 – STAKANOVISTI

Per questa categoria di persone al primo posto c’è il lavoro: la riunione si protrae fino a tarda sera? La videochat con la fidanzata può aspettare. Il capo chiede di andare in trasferta nel weekend? La mini-vacanza con la moglie si può rimandare. L’amore per loro è in secondo piano, la carriera ha la priorità assoluta sulla relazione a distanza.

2 – VIRTUAL LOVERS

Solitamente timidi, un po’ impacciati e poco disponibili a limitare i propri interessi e il proprio tempo per il partner, preferiscono vivere dei rapporti virtuali dietro i pixel di uno schermo rispetto a quelli più complicati instaurabili nella vita reale. Sono coloro che scelgono coscientemente di avere dei partner “virtuali”, sostituendoli a quelli in carne e ossa.

3 – ROMANTICONI 2.0

Per loro lo schermo del PC è una fonte inesauribile d’idee per sorprendere il proprio partner anche a migliaia di chilometri di distanza: serenate eseguite direttamente sul web, poesie decantate davanti alla webcam, cene a lume di candela oltreoceano. Insomma, riescono sempre a mantenere una relazione a distanza viva e a far divertire la propria dolce metà anche da molto lontano.

4 – PENDOLARI DELL’AMORE

Questa categoria d’innamorati a distanza non perde mai l’occasione di prendere il primo treno o il primo aereo per raggiungere il partner. Magari facendogli una sorpresa, facendosi trovare fuori dall’ufficio dopo un lungo periodo di separazione o organizzando un weekend romantico in una località speciale da anni nei sogni del proprio amato.

5 – NOSTALGICI

Sono gli amanti delle relazioni a distanza coltivate alla vecchia maniera. Fedeli a una classica corrispondenza scritta a mano, cultori di rari ma speciali incontri organizzati in luoghi magici, specializzati nell’invio di mazzi di rose arricchiti da romantici biglietti che toccano il cuore della lontana dolce metà. Per loro social network e videochat sono un tabù: le uniche immagini a cui ispirarsi sono foto vere e proprie spedite in busta chiusa.