Prodotti per dimagrire: quali sono e come assumerli

Arianna Preciballe
  • Appassionata di Gossip e Tv
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design

Per perdere qualche chilo occorre non avere fretta, aumentare il dispendio calorico con un po’ di attività fisica, decidersi a mangiare di meno e con maggiore attenzione alla qualità degli alimenti; tuttavia non tutti ripongono fiducia nella propria volontà e molti si affidano a prodotti “miracolosi”, che “assorbono” le calorie, “occupano spazio” nello stomaco o hanno un’azione anoressizzante. Ma i prodotti in commercio sono tutti sicuri? Scopriamo di più su questo tema. 

Schermata 2021-07-04 alle 11.51.23

A lanciare l’allarme è la Food and Drug Administration (FDA), l’ente Usa regolatore di cibi e farmaci, che ha scoperto una cospicua presenza sul mercato di prodotti per dimagrire non a norma con le vigenti regole sui farmaci. In diversi prodotti è stato riscontrato l’impiego di composti non adeguatamente sperimentati sull’uomo e quindi potenzialmente pericolosi.

Altrettanti sono risultati contaminati con medicinali e sostanze per i quali è prevista la prescrizione medica, come ad esempio la sibutramina, rimossa nel 2010 perché responsabile di problemi cardiaci e ictus, la fluoxetina, principio attivo del Prozac, e anche il triamterene, potente diuretico noto per i gravi effetti collaterali.

Prodotti per dimagrire: meglio sceglierli con un medico

Schermata 2021-07-04 alle 11.55.31

La loro vendita avviene la maggior parte dei casi su internet, dove vengono doviziosamente reclamizzati, ma ne sono stati trovati numerosi anche nei negozi.

“Abbiamo scoperto prodotti per perdere peso venduti come supplementi”,

sottolinea Jason Humbert dell’FDA,

“che contengono miscugli pericolosi di ingredienti nascosti, principi attivi usati nei farmaci contro l’epilessia, l’ipertensione e gli antidepressivi”.

La Food and Drug Administration ha ritirato molti di questi prodotti dopo aver ricevuto numerose segnalazioni di possibili danni a loro associati, tra cui ipertensione, palpitazioni cardiache, ictus, epilessia e morte. Come suggerisce James Smith, vicedirettore dell’ufficio di valutazione dei farmaci dell’FDA:

“Il solo modo naturale di perdere peso è quello di bruciare le calorie che si assumono, mangiando sano e facendo attività fisica. Tuttavia, per aiutare le persone a distinguere tali prodotti, spacciati spesso come naturali, il consiglio è quello di sottoporli alla supervisione del proprio medico”.

Gli studiosi dell’FDA, ci forniscono inoltre alcune indicazioni generali: prestare la massima attenzione a quanti promettono di far perdere 4 kg in una settimana, utilizzano parole come “garantito” o “scopertascientifica”; se per la vendita si esprimono all’utenza in lingua straniera o tramite email di massa spam; se i prodotti evidenziano la presenza di erbe alternative, sconosciute o estranee a quelle approvate o che dichiarino di avere effetti simili ai farmaci con prescrizione.