Preliminari: le differenze tra uomo e donna

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Con la consulenza del dott. Alberto Caputo, psichiatra, psicoterapeuta e sessuologo a Milano abbiamo parlato dei preliminari e di come, da uomo a donna, assumano caratteristiche e importante diverse!

Schermata 2021-02-24 alle 13.25.57

Un tempo, il rapporto sessuale era più una croce che una delizia per molte donne. Colpa di maschi inconsapevoli delle molteplici esigenze della sessualità femminile.

Ciò, in pratica, significa che lei può trovare eccitante una cena a lume di candela, una carezza sulla mano o un massaggio ai piedi e andare avanti così per ore e ore, appagata. Un bel problema per lui, che quando il testosterone spinge vorrebbe togliersi il pensiero… e poi farsi una dormita.

“La differenza tra donna e uomo dipende dalla loro diversa struttura neurobiologica. Le aree cerebrali femminili sono più complesse, più labili, più lente a innestarsi e, soprattutto, più sensibili alle variabili contestuali. Significa che lei ha oggettivamente bisogno di molto tempo per scaldarsi e che basta invece molto poco a far scemare l’eccitazione. Fine delle intenzioni erotiche se, per esempio, lui ha scordato di lavarsi i denti o fare la doccia”.

Quindi, il preliminare dei preliminari, per lei, è una questione igienica. Ma una volta lustrata ogni curva e anfratto, da che parte cominciare?

Preliminari: evitare il superfluo

Schermata 2021-02-24 alle 13.26.55

Preparare l’atmosfera e vivere una sessualità avvolgente e lenta può non piacere a tutti. I primi tempi bastava niente per desiderare di saltarsi addosso, ogni preliminare superfluo sembrava un ostacolo. Ma dopo anni di vita in comune è impensabile pensare di funzionare ancora così.

Certo, alcune pratiche presuppongono un grado di intimità da alcuni considerato maggiore rispetto a un coito, con il risultato che “questo no, quest’altro pure”, la gamma di opportunità per scatenare l’eccitazione diventa sempre più limitata.

“Non a tutti piacciono i preliminari. Può essere proprio il sesso in sé a non piacere, e quindi è ovvio che si possano trovare disgustose o, se non altro, faticose, alcune attività”.

Meglio allora lasciar perdere. Un rapporto orale poco convinto, condotto senza passione e piacere, viene percepito dall’altro per quello che è, un “compitino” prima di arrivare alla penetrazione o favorirla, e chiudere così la serata.