Profilattico: come sceglierlo e come usarlo

-
12/02/2021

Il preservativo non è solo uno strumento contraccettivo, ma è una barriera contro la trasmissione di germi durante l’atto sessuale. I dati riguardo il suo utilizzo in Italia sono molto bassi, la motivazione è attribuibile alla mancanza di un corretto piano di educazione sessuale nelle scuole.

Condom


Secondo un’indagine condotta in Italia e in altri ventiquattro Paesi europei, e presentata in occasione della IV giornata mondiale della contraccezione, il 45% dei ragazzi sessualmente attivi fra i 15 e i 24 anni confessa di aver avuto rapporti sessuali non protetti.

Rispetto al 2009 il dato è cresciuto del 25%.; come difesa dalle malattie a trasmissione sessuale, il preservativo è lo strumento che assicura la massima protezione, poiché si tratta di un’efficace barriera tra le mucose dei genitali.

In questo modo, si impedisce il passaggio di germi che possono provocare malattie più o meno serie. Ma anche come anticoncezionale il profilattico è un mezzo valido.


Leggi anche: Cardiofrequenzimetro: come usarlo e quando

Educazione sessuale per incentivare l’utilizzo del preservativo?

Condom

In Italia, il “boom” del suo utilizzo è stato registrato tra il 1983 e il 1988, in piena campagna anti-Aids, quando le vendite sono aumentate del 15% all’anno. Dalle statistiche risulta però che dopo il 1988 l’incremento è sceso addirittura all’1-2% circa all’anno.

La causa è da attribuire alla mancanza di una corretta educazione sessuale tra i più giovani; l’Italia è un paese fortemente arretrato sull’educazione sessuale come strumento di prevenzione ed informazione sul sesso tra i giovani.

Al momento non ci sono piani che prevedono una reale introduzione dell’educazione sessuale nelle scuole, come accade in paesi del Nord Europa, nei quali il tasso di malattie veneree è drasticamente più basso.

I problemi relativi all’utilizzo del preservativo, soprattutto nelle nuove generazioni, è dato anche da un falso mito secondo cui il piacere sarebbe notevolmente ridotto con l’utilizzo di un preservativo.

Prima quindi di procedere con una corretta dimostrazione dell’utilizzo del preservativo, se l’Italia dovesse iniziare ad integrare seriamente l’educazione sessuale nelle scuole, sarebbe corretto innanzitutto dedicare una buona parte di tempo a sfatare le false conoscenze in merito.


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica