Ferie finite: come affrontare il rientro a lavoro

La Dott.ssa Mariella Inguì, psicologa e psicoterapeuta, ci aiuta a capire come affrontare il rientro dalla ferie nel modo migliore. Ecco alcuni consigli…

Schermata 2021-03-04 alle 18.48.17

Addio relax e spensieratezza. Le ferie sono finite ed ecco che ci troviamo a combattere con la solita routine quotidiana: la sveglia all’alba per raggiungere l’ufficio, le lunghe code nel traffico, le solite incombenze alle quali pensare e i nuovi ritmi ai quali riabituarsi.

Il rientro dalle vacanze  è sempre una gran bella fatica, anzi uno stress. Anche perché mettere da parte il ricordo delle lunghe giornate in spiaggia e i ritmi vacanzieri non è semplice. Una situazione con la quale molti si trovano a fare i conti in questi giorni e che spesso diviene una vera e propria fonte di malessere.


Leggi anche: Maternità: come affrontare il rientro a lavoro

“Dopo un periodo di riposo riprendere i ritmi serrati di un lavoro che magari non piace può essere molto traumatico. Un altro fattore da considerare è che la fine delle vacanze coincide poi con l’avvicinarsi dell’arrivo dell’autunno che influenza tantissimo i nostri stati d’animo. Sommiamo tutti questi fattori ed ecco che abbiamo il famoso “stress da rientro”.

Si manifesta come qualsiasi altra forma di stress, ma con la differenza che dura solo per un periodo limitato di tempo. I sintomi più comuni sono quelli legati all’umore, all’emotività e alla sfera ansiogena. I primi giorni dopo la fine delle ferie siamo più melanconici. Possiamo avere dei disturbi del sonno, irritabilità, mancanza di concentrazione”.

afferma la dottoressa Mariella Inguì, psicologa e psicoterapeuta.

Ma come affrontare le prime settimane in città? Ecco un piccolo vademecum per dire addio allo stress post vacanza e ritrovare le energie per ripartire con più sprint.   

Le 4 mosse giuste

Schermata 2021-03-04 alle 18.58.56

  1. Asseconda i nuovi ritmi: “L’ideale sarebbe ritornare dalle ferie e rimanere in vacanza a casa per alcuni giorni prima di rientrare al lavoro. Se ciò non è possibile soprattutto durante le prime settimane è importante, anche se si è ripreso a lavorare, concedersi dei piccoli momenti di riposo nell’arco della giornata. In vacanza solitamente si era abituati a fare tardi. I primi giorni magari andare a letto presto sarà molto utile per riposare di più e meglio”.
  2. Sii paziente con te stesso: “Datti del tempo per riadattarti alla routine quotidiana  e riprendi  le abitudini di sempre molto lentamente, senza pretendere da te stesso di essere subito pronto ed efficiente al lavoro”.
  3. Fai una lista delle cose da fare: “Mettere nero su bianco tutte le cose che dovrai svolgere durante le prime settimane ti sarà utile per distribuire equamente l’energia in tutto l’arco della giornata”.
  4. Prolunga il benessere delle ferie: “Dai più spazio alle cose che ti piacciono. Anche se non sei più in vacanza, esci un po’ di più la sera e passa un po’ più di tempo con gli amici. Nonostante i ritmi serrati, è importante sempre staccare e ritagliarsi degli spazi per se stessi. Ti servirà a rendere piacevoli le tue giornate. Durante l’arco dell’anno, poi cerca di concederti delle mini vacanze. Partire anche per un breve periodo ti aiuterà a sentire di meno il carico della fatica e ad affrontare meglio le intense  giornate di lavoro fino all’arrivo della prossima estate!”


Potrebbe interessarti: Come affrontare un colloquio di lavoro


Arianna Preciballe
  • Laureata in Fashion Design
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
  • Appassionata di Gossip e Tv
Suggerisci una modifica