Disfunzione erettile e vaginismo: cosa sono e le cause

-
03/05/2021

Problematiche eiaculatorie e la disfunzione erettile per l’uomo, anorgasmia, disturbi del desiderio e vaginismo per la donna. I problemi sessuali riguardano 16 milioni di italiani, quasi equamente divisi tra uomini e donne, causando quasi 20mila matrimoni ‘bianchi’ e il 20% delle separazioni.

Schermata 2021-02-10 alle 12.51.29

Secondo gli esperti di Aogoi (l’associazione dei ginecologi e ostetrici ospedalieri) e Siu (la Societa’ italiana di Urologia) sono vari i principali disturbi che ‘vanno in coppia’, diffusi oggi in occasione della presentazione dei nuovi dipartimenti per la salute sessuale.

Eiaculazione precoce e anorgasmia

Schermata 2021-02-10 alle 12.54.16

L’eiaculazione precoce è il disturbo sessuale maschile più comune, colpisce circa 4 milioni di italiani e può manifestarsi a qualunque età.

L’eiaculazione precoce è una condizione medica spesso sottodiagnosticata: il 90% di chi ne soffre non si è mai curato e appena 1 su 10 sa che sono disponibili soluzioni efficaci.

Spesso questo disturbo si accompagna ad anorgasmia, cioè alla difficoltà o all’impossibilità persistente o ricorrente a raggiungere l’orgasmo, che rappresenta il più frequente disturbo sessuale femminile e riguarda 4,5 milioni di donne.


Leggi anche: Disfunzione erettile: Viagra, pro e contro

Disfunzione erettile e vaginismo

Schermata 2021-02-10 alle 12.53.50

La disfunzione erettile è strettamente correlata all’età e in Italia ne soffrono oltre 3 milioni di uomini, anche se viene affrontata soltanto dal 10%. In una discreta percentuale di casi la disfunzione erettile si accompagna a vaginismo nella partner cioè alla contrazione involontaria dei muscoli che circondano la vagina al momento del rapporto.

Può variare da una forma lieve che determina tensione e disagio fino a forme gravi che impediscono il rapporto stesso.

Il vaginismo interessa circa 1 milione di donne mentre la dispareunia, cioè il dolore genitale durante la penetrazione, può interessare fino al 12 % della popolazione femminile in pre-menopausa e fino al 30 % delle donne in post menopausa.

Disturbi del desiderio sessuale

Schermata 2021-02-10 alle 12.56.19

Questi disturbi interessano 2,5 milioni di donne. Il desiderio sessuale si riduce con l’età, mentre il distress, il disagio causato dalla perdita di desiderio sessuale, è inversamente correlato all’età: è massimo quindi nella donna più giovane.

Per quanto riguarda gli uomini, il 15% della popolazione maschile di età compresa tra i 18 e i 60 anni, pari a oltre un milione di uomini soffre di disturbi del desiderio.

Dati recenti indicano un aumento della percentuale di disturbi del desiderio nell’uomo, specie in ambiente metropolitano ad elevato indice di stress cronico.


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica