Liti in vacanza: come gestirle senza rovinare il viaggio

-
24/02/2021

Con la collaborazione di Alessandro Cozzolino, Personal Life Coach, abbiamo analizzato il fenomeno delle liti in vacanza; nulla di strano, succede a tutti e bisogna semplicemente essere in grado di gestirle. Come? Ecco alcuni pratici consigli che vi permetteranno di superare le crisi in vacanza e godere del tempo che avete.


TRAVEL

“Se vuoi conoscere qualcuno veramente, facci un viaggio insieme”.

È proprio durante le vacanze, infatti, che spesso emergono quei lati del nostro carattere – e di quello altrui – di cui prima probabilmente ignoravamo persino l’esistenza.

Forse il troppo sole in testa, forse il fatto di ritrovarsi lontani da casa, dalle proprie abitudini, dalla tanto amata/odiata routine, chi può dirlo; tuttavia c’è spesso qualcosa che scatta durante le vacanze che ci fa pentire di essere partiti con quella o quelle persone con cui condividiamo il viaggio.

Peccato solo che il più delle volte quelle persone siano proprio i nostri più cari amici o, addirittura, la nostra famiglia! Se nel primo caso possiamo prendere le dovute precauzioni selezionando accuratamente la compagnia migliore prima di partire, nel secondo caso dovrebbe essere scontato il fatto che la vacanza che ci aspetta con le persone più importanti della nostra vita sarà piacevole, rilassante e divertente.


Leggi anche: Liti di coppia: motivi e consigli per la convivenza

Eppure, nonostante i buoni propositi iniziali, non di rado si finisce per passare dei giorni infernali per via di liti che scoppiano anche per piccole sciocchezze.

Le cause per cui si litiga durante le vacanze possono essere le più diverse ma fondamentalmente le precauzioni o i rimedi da seguire al fine di evitarle possono essere riassunte come segue:

Scegliete un itinerario o un programma

TRAVEL

Programmare in anticipo un certo tipo di vacanza o di itinerario può tornare estremamente utile al fine di evitare brutte sorprese. Concordate insieme luoghi da visitare, budget da poter spendere, dove dormire e quant’altro.

Cercate di tenervi al programma ma non abbiate timore di lasciare comunque una porta aperta all’improvvisazione. Inoltre, fate il possibile per accontentarvi tutti a vicenda, a turno: un giorno si va dove o si fa cosa piace a uno, un altro giorno si va dove o si fa cosa piace a un altro.

La felicità è una di quelle poche cose che aumenta se condivisa.

La vacanza perfetta non esiste

HOLYDAY

Così come non esistono le amiche perfette, i genitori perfetti, i figli perfetti, e così via.. nemmeno la vacanza perfetta esiste!

Chi si aspetta la perfezione è destinato a soffrire, e non poco. Se la vacanza inizia a prendere una brutta piega, se il luogo di villeggiatura non è così idilliaco come appariva sul catalogo, se la cena non è stata la migliore della vostra vita, se il materasso non è il più comodo al mondo, sappiate che avete (almeno) due opzioni: la prima è quella di permettere a queste seccature più o meno innocue di rovinarvi le vacanze; la seconda è quella di riderci su: a voi la scelta.


Potrebbe interessarti: Fitness in vacanza: come allenarti in spiaggia e al mare

Ritagliatevi un po’ di tempo per voi stesse

TRAVEL

Che siate mamme, nonne, mogli o amiche in vacanza – il che presupporrebbe avere del tempo libero per sé – è molto probabile che tra figli, mariti e amici il tempo da dedicare a voi stesse sia vicino allo zero.

Dunque, sappiate che questo non è affatto salutare né per voi né per chi gode della vostra (onni)presenza. Ritagliatevi, quindi, uno spazio di tempo da dedicare solo ed esclusivamente a voi stesse.

Che sia una passeggiata o una nuotata in solitaria, o anche un po’ di tempo su un dondolo a godervi del sano e meritatissimo “dolce far nulla”, l’importante è che ritroviate e ristabiliate il contatto con voi stesse.

Si allenteranno così le tensioni e crescerà la voglia di tornare dall’amica, dal partner, dai figli e – perché no – magari anche dalla suocera!

Se qualcosa non quadra, leggete tra le righe

TRAVEL

Se dovesse inaspettatamente scoppiare una lite, sappiate che può essere normale e, chissà, magari avere anche dei risvolti positivi e costruttivi.

Ma se le liti dovessero diventare costanti e sempre più pesanti, chiedetevi qual è il vero problema.

Cosa c’è davvero dietro quei litigi? Non tutte le amicizie né le relazioni d’amore sono destinate a durare per sempre, anzi. Il numero delle separazioni e dei divorzi aumenta in autunno, stagione che segue l’estate (periodo di ferie estive per i più) che vede la coppia – di coniugi ma anche di fidanzati o amici – maggiormente in contatto quotidiano rispetto al resto dell’anno.

Va da sé che se qualcosa era destinata a scoppiare, non è colpa delle vacanze.

Anziché urlare, comunicate!

TRAVEL, FRIEND

È l’errore più commesso in assoluto, in vacanza ma non solo. Urliamo quando abbiamo la sensazione di non essere capiti o la percezione che l’altro non voglia ascoltarci.

Poco importa se il motivo della discussione è la suocera, i capricci dei bambini, l’amica che si rivela estremamente avara o l’amico che dorme tutto il giorno e si ubriaca tutte le notti.

Per evitare o rimediare a una lite, occorre saper comunicare bene. Non è infatti il contenuto di ciò che diciamo ma come lo diciamo cha fa la differenza.

Per comunicare efficacemente è necessario prima di tutto essere disposti ad ascoltare. Poi, quand’è il momento, rispondere lasciando l’ego da parte e permettendo al cuore di esprimersi a modo suo, senza filtri né riserve. Dite la vostra, sì, ma con il cuore. E il cuore, si sa, non urla ma sussurra.

Detto ciò, non mi resta che augurarvi: Buone vacanze!


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica