Come ricaricare l’energia? Consigli e regole

Per “partire con il piede giusto” è essenziale sapere quali siano le nostre condizioni di salute, pertanto delle banalissime analisi del sangue potranno segnalare eventuali carenze o problemi su cui si potrà intervenire anche solo cambiando alimentazione e facendo un po’ di attività fisica.

PRIMAVERA

Prepariamo un programma realistico che ci porti dritto al nostro obiettivo: rifiorire. Si possono prevedere sedute fitness outdoor o indoor e percorsi beauty (se il budget è poco, si può trasformare la propria casa in un centro di bellezza, dedicando quotidianamente mezz’ora per ciò che solitamente viene fatto dall’estetista: massaggi, pedicure, manicure, trattamenti viso, ecc).Affrontare un percorso con un compagno di viaggio è decisamente più motivante e stimolante, quindi, se fosse possibile, sarebbe meglio condividere quest’esperienza con un amica o, perché no, con un amico.

Sempre più uomini infatti si dedicano al loro aspetto fisico e interiore.

Facciamo pulizia: Ci sono azioni che si ripercuotono, oltre che nello spazio fisico, anche in quello psichico: è il caso pulizia.


Leggi anche: Merenda bambini: come ricaricare le energie in maniera salutare

Spesso ci circondiamo di cose inutili: creme che mai useremo, cerchietti, mollette, bigodini & C., medicine usate dieci anni fa e dimenticate nel cassetto del pronto soccorso, vestiti “della prima comunione” che non potranno mai riessere indossati perché il nostro corpo è cambiato (crescendo, anche se si rimane sempre magri, si cambia di struttura e quindi, inevitabilmente, un vestito da bambina non andrà bene ad una donna!), vasetti di sott’oli e sott’aceti abbandonati nel frigo, pile di carta appoggiate sulla scrivania, ecc.

Bene, via tutto ciò che non serve! Dopo quest’operazione ci si sentirà incredibilmente leggeri.

Acquistiamo un po’ di energia: musica, idratazione e felicità

SPRING

Se nel nostro percorso abbiamo previsto delle sessioni di corsa, niente di più stimolante che acquistare un paio di scarpe nuove: è un po’ come “voltare pagina”, si sperimenta quella sensazione per cui, all’inizio dell’anno diciamo “anno nuovo, vita nuova”, in questo caso, “scarpe nuove, vie nuove” e chiaramente intraprendere strade nuove è sempre stimolante!

Più grinta con la musica: Che la musica abbia un potere “sovrannaturale” lo si può facilmente sperimentare ascoltandola durante le sessioni di allenamento o usandola come medicina per affrontare tristezza e malinconia. Gli Snap, nella loro canzone “Rhythm is a dancer“, dicevano che “il ritmo è il compagno dell’anima” e avevano ragione!


Potrebbe interessarti: Come contrastare l’astenia primaverile e ritrovare l’energia

Anche il più lungo dei percorsi, sembrerà più breve e meno faticoso se si è accompagnati dalla musica, quindi creare una playlist avvincente per il proprio player musicale è un must se si vogliono oltrepassare i propri limiti.

Attenzione all’idratazione: Bere è importante quanto respirare, rimanere idratati è semplice e non costa nulla, malgrado ciò la maggior parte di noi, lo fa solo ai pasti o quando “è troppo tardi”: una forte sensazione di sete non è il segnale di “ora posso bere”, ma di “ora devo assolutamente bere”, per una corretta idratazione è già tardi.

La sete deve essere prevenuta, un po’ come una malattia. Non serve affogare nell’acqua, i classici due litri sono la dose corretta che tutti, in normali condizioni, dovrebbero assumere.

E infine… uscire dal letargo: Passato l’inverno in cui spesso ci si rifugia in casa un po’ per pigrizia un po’ perché il freddo e la poca luce non invogliano ad uscire, è questo il momento per ritrovarsi con amici e parenti e godere della loro compagnia, frequentare “occasioni mondane” e divertirsi.


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica