Cartomanti: rischi e analisi

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Responsabile di redazione

L’uomo ha bisogno per sua natura di credere in qualcosa e di rifugiarsi in quella credenza nei momenti più complicati. Proprio per questo motivo sempre più persone si rivolgono a maghi e cartomanti, per cercare di scoprire il proprio futuro.

tarot-991041_1920

Che cosa spinge un numero sempre maggiore di persone a rivolgersi a maghi e cartomanti per conoscere il proprio futuro? Credere in qualcosa di misterioso fa parte della natura umana e può essere ritenuto un meccanismo di difesa con cui esorcizzare la paura del futuro e dell’ignoto.

Nella maggior parte dei casi, la voglia e il desiderio di ricorrere ai maghi deriva da una grande insicurezza e fragilità. Invece, chi ritiene di poter influire sul proprio futuro con la volontà e con l’impegno personale, è convinto che i maghi siano soltanto individui scaltri che sanno come spillare denaro agli ingenui.

Attenzione agli imbroglioni

tarot-3691074_1920

Succede molto più spesso di quanto si immagini che, magari a causa di un grave problema di salute o di lavoro o per la perdita della persona amata, alcune persone si rivolgano ai maghi nella speranza di avere la soluzione che da soli non riescono a trovare.

Se si ha a che fare con una persona senza scrupoli e si è in un momento di estrema fragilità, l’incontro può rivelarsi pericoloso, causando danni economici e psicologici. Ma può anche essere positivo; è il caso, per esempio, delle persone che si rivolgono ai maghi con la stessa propensione con cui anche individui non superstiziosi leggono l’oroscopo

In genere, è importante intervenire quando gli appuntamenti con un mago diventano pericolosi, come nel caso di una persona che spende grandi somme di denaro o quando la sua capacità di giudizio viene alterata.

Se gli incontri si dimostrano benefici dal punto di vista psicologico e non causano eccessive perdite economiche, possono rivelarsi anche utili. Obbligare un individuo a rinunciare a un po’ di serenità può far più male che bene.

L’identikit del mago-dipendente, a grandi linee, si possono schematizzare così le caratteristiche di chi si rivolge con assiduità agli operatori dell’occulto:

  • Ridotta fiducia in se stessi;
  • Difficoltà nel risolvere i problemi;
  • Scarsa capacità di impegnarsi per migliorare la propria condizione;
  • Tendenza ad attribuire agli altri la responsabilità della propria vita;
  • Senso di sfiducia nei confronti del prossimo;
  • Paura di non essere all’altezza delle diverse circostanze della vita;
  • Esperienze molto dolorose nel proprio passato.