Capelli sani: cosa mangiare e come proteggerli

-
01/04/2021

I capelli soprattutto durante il periodo estivo sono sottoposti ad un continuo stress, causato dal sole, dal vento, l’acqua salata e il cloro delle piscine. Ecco perché è utile scoprire come poter rafforzare la nostra chioma e averla sempre sana e lucente.

Beautiful girl with perfect hair


Se vogliamo che i nostri capelli restino sani, forti e belli da vedere, è necessario proteggerli, soprattutto durante l’estate: sole, vento, cloro e acqua salata possono minarne pesantemente la salute. Per questo motivo scopriamo in che modo poter rafforzare e proteggere i nostri capelli.

Cosa mangiare

Lunch at the table with healthy organic food . Top view

Una dieta equilibrata e povera di grassi, permette di mantenere i capelli forti, sani, lucenti e ne previene la caduta. Certo, non esistono cibi specifici per arrestare la caduta dei capelli ma l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale per mantenerli in forma; dunque, carenze dietetiche e squilibri alimentari, stress, consumo di alcolici e fumo, sono fattori che ne possono minare la loro salute e di conseguenza la loro bellezza.


Leggi anche: Bambini sani: la giusta dieta per crescere sani

Le vitamine e gli antiossidanti svolgono un ruolo fondamentale per la loro cura, così come gli zuccheri (ma non quelli raffinati presenti nei dolci). Una dieta povera di vitamine, minerali, proteine ed oligoelementi, riduce il diametro del bulbo dei capelli provocandone un’atrofia e, se la carenza di queste sostanze è cronica, gli effetti sono ancora più gravi.

Nei capelli sono presenti due aminoacidi (la cistina e la lisina) contenuti nella carne e nel pesce che dovranno essere presenti nella dieta se vogliamo evitare di avere i capelli fragili, secchi e sottili. Non fare mai mancare al tuo organismo le vitamine A, E, B, e i sali minerali come il ferro, lo zinco, il rame, il selenio e lo zolfo; che giocano a favore della capigliatura oltre che della salute generale.

Avere capelli in salute rende più belli ed anche il viso si illumina se incorniciato da una capigliatura sana e lucente.

Come proteggere i capelli dal sole?

rear-view-combing-healthy-long-straight-female-hair-isolated-gray

Troppo sole fa male ai capelli: i raggi, penetrando nella fibra dei capelli, possono danneggiarne le componenti rendendoli secchi, crespi e con una maggiore tendenza a spezzarsi. In estate inoltre, i capelli possono “stressarsi” a causa dell’acqua della piscina e del mare o dai frequenti lavaggi, spesso inevitabili durante le calde giornate estive.

Il primo consiglio è quello di utilizzare sempre un copricapo quando ci si espone ai raggi solari: un cappellino con visiera, un cappello di paglia o anche un foulard. Al mare o in piscina, invece, possiamo applicare sui capelli un olio o uno spray protettivo che possiamo acquistare in farmacia, in profumeria o al supermercato.


Potrebbe interessarti: Come rinforzare le unghie: cosa mangiare

Per un risultato eccellente consigliamo tre applicazioni: prima un olio protettivo solare, un lucidante e, dieci minuti prima dello shampoo, l’applicazione di un prodotto ultra nutriente utile per ricostituire il film idrolipidico cutaneo.

Piano con gli shampoo!

close-up-portrait-young-pretty-woman-taking-shower

I capelli dovrebbero essere lavati non più di tre volte a settimana, per evitare di indebolirli e spezzarli. Inoltre, meglio utilizzare uno shampoo nutriente, delicato e adatto a lavaggi frequenti. Per rispettare i capelli è consigliabile sciacquarli dopo ogni bagno, al fine di eliminare i residui di sale o cloro.

La sera è meglio evitare di lavarli con lo shampoo, ma solo sciacquarli i con acqua. Poi, applicare il balsamo e asciugarli, possibilmente al naturale, evitando il phon e la piastra per capelli. Se i capelli appaiono comunque danneggiati, dopo averli lavati, la sera, applica una maschera riparatrice della chioma. E, quando la vacanza è finita, vai dal parrucchiere per eliminare le eventuali doppie punte.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica