Vuoti di memoria: come riconoscerli e gestirli

Vito Girelli
  • Dott. in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa

Hai dei continui vuoti di memoria? Non capisci il perché il tuo cervello, da un giorno all’altro, ha deciso di giocarti brutti scherzi? Rilassati, non sei pazzo né vecchio, semplicemente è il tempo che passa. Scopriamo insieme come interpretare e gestire questi segnali.

MEMORY

Ho dei frequenti vuoti di memoria, non riesco a tenere a mente più nulla, la mia memoria fa cilecca. Modi diversi per esprimere uno dei disagi psicologici più profondi e frequenti: non essere in grado di ricordare quello che serve.

Il nostro cervello ha la straordinaria capacità di registrare e richiamare informazioni relative a esperienze passate, ma la memoria è una macchina tanto meravigliosa quanto delicata: quando si inceppa si appanna l’intero orizzonte della propria vita.

Il tempo passa… per tutto

MEMORY

La memoria è una delle attività cerebrali che più risente del passare del tempo.

Per anni si è ritenuto che si trattasse di una sola facoltà riconducibile a una particolare area del cervello. Invece è una specie di circuito formato da numerose aree cerebrali, costituite da gruppi di particolari cellule, i neuroni, che fissano i ricordi costituendosi in specifiche reti neuronali.

Soltanto a partire dagli anni Cinquanta gli studiosi si sono resi conto che esistono tanti tipi di memoria. C’è quella a breve termine, che conserva un numero limitatissimo di elementi (parole, lettere, numeri) per pochi minuti, e quella a lungo termine, che consiste nell’immagazzinamento di un numero potenzialmente illimitato di informazioni da richiamare quando occorre.

L’efficienza della memoria dipende anche dall’umore (chi è depresso fa più fatica a ricordare) e dallo stato emotivo (si ricordano maggiormente gli episodi che ci hanno colpito di più).

Ecco perché a volte la memoria gioca “brutti scherzi”: basta che il circuito si inceppi o che una cosa appaia noiosa, perché il cervello non la ricordi. Rilassati, non sei da buttare!