Salute orale: l’importanza dell’acqua minerale

Come avere un sorriso e denti perfetti? A indicarci i benefici derivati dall’assunzione delle acque minerali sono gli esperti dell’Osservatorio Sanpellegrino che, oltre a lavare i denti dopo ogni pasto – meglio se utilizzando spazzolino, dentifricio, filo interdentale e collutorio – suggeriscono di fare attenzione a quello che beviamo e alle nostre cattive abitudini.

At a dentist with a smile

Il Professor Umberto Solimene, Presidente del Centro di Ricerche Bioclimatologia Medica, Medicina Termale, Complementare e Scienze del Benessere dell’Università degli Studi di Milano, e esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino; afferma:

“Il fumo e il vino rosso possono favorire l’ingiallimento del nostro sorriso. Inoltre, alcune bevande acide, se consumate in eccesso, possono avere un effetto erosivo e danneggiare lo smalto dei nostri denti  l’acqua minerale, in quanto microbiologicamente pura, nonché per i minerali in essa contenuti, è invece particolarmente indicata a benefico dei nostri denti. Questa, grazie ai suoi preziosi elementi quali calcio e fluoro, favorisce infatti un incremento dei valori medi del PH salivare, garantendo una maggiore protezione alla nostra dentatura”.

Perché bere l’acqua minerale?

woman-holding-glass-water-while-looking-out-window-back-silhouette-woman

Proprio calcio e fluoro sono in grado di favorire un sano sviluppo dei denti e di rinforzarne lo smalto, costituito per il 96% da composti di calcio, il cui fabbisogno quotidiano varia in base all’età ed alle condizioni fisiologiche da 0,5 a 1,5 grammi al giorno. La quantità ottimale di fluoro è invece di 0,7 mg/l ed è noto soprattutto per il ruolo svolto nella prevenzione della carie dentaria.

L’acqua, senza apportare calorie, contribuisce a garantire al nostro organismo il raggiungimento della quota giornaliera ottimale di calcio. Bevendo quotidianamente 1,5l di acqua minerale ricca di calcio è possibile assumere oltre il 30% del fabbisogno giornaliero di questo elemento”.

Le acque minerali, prosegue il Prof. Solimene :

“Contengono, oltre al calcio, la giusta dose di fluoro e sono ideali per prevenire carie dentali, soprattutto nei bambini e nei ragazzi fino a 14 anni. Ma senza esagerare. Un’eccessiva quantità di fluoro potrebbe condurre a fluorosi, con un relativo accumulo nei denti e nello scheletro. Questo il motivo per cui si consiglia di bere acque con un contenuto di fluoro superiore a 1,5 mg/l solo per periodi brevi e non continuativamente”.