Sport: allenarsi con il freddo è possibile?

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Le temperature “polari” mettono a dura prova la volontà di chi pratica abitualmente sport all’aria aperta. Ma se la volontà è di ferro e non patisce, il corpo accusa maggiormente le condizioni meteo estreme, in particolare, nel periodo invernale, i rischi causati dall’esposizione al freddo sono il congelamento e l’ipotermia.

Schermata 2021-05-18 alle 00.28.55

Le estremità, ovvero mani e piedi, sono le parti più colpite, anche se guance, orecchie, naso e cornee possono venire anch’esse coinvolte. I sintomi di un iniziale congelamento sono formicolio e intorpidimento delle estremità, si manifestano invece come bruciore nel caso di naso e orecchie.

Si parla di ipotermia quando vi è una diminuzione della temperatura corporea a un livello tale da venire compromesse le normali funzioni corporee: i sintomi che contraddistinguono questo stato sono brividi, incapacità di completare funzioni motorie complesse, biascicamento, diminuzione della frequenza cardiaca e rigidità muscolare causata dalla riduzione del flusso del sangue nelle regioni periferiche.

Pare evidente che, per continuare ad allenarsi all’aria aperta in completa sicurezza, anche nelle giornate più fredde, l’obiettivo principale deve essere quello di conservare il calore corporeo attraverso l’uso di abbigliamento adeguato, che sia leggero,  caldo, traspirante e resistente all’acqua (e al vento).

Sport e freddo? Ecco come proteggersi!

Schermata 2021-05-18 alle 00.30.37

Mai uscire senza avere la cuffia sulla testa (facendo in modo che protegga anche le orecchie), i guanti e un paio di calze termiche ai piedi.

Anche la scelta delle scarpe deve essere accurata: qualunque sia lo sport che pratichiate, in commercio esistono scarpe adatte esclusivamente alla stagione invernale; certo, costano un po’ di più delle altre, ma saranno soldi spesi bene perché scongiureranno la comparsa dei geloni e vi permetteranno di allenarvi in tutta sicurezza e comodità.

Ma le insidie del freddo non si limitano a ipotermia e congelamenti, infatti, si possono verificare incidenti causati da percorsi innevati o ghiacciati. Se si è soliti correre o andare in bici, è opportuno seguire strade ben pulite: in caso contrario la neve (o il ghiaccio) potrebbero nascondere dei veri e propri trabocchetti (buche, lastre di ghiaccio  etc).

Se l’isolamento esterno tramite la scelta del giusto abbigliamento è fondamentale per affrontare il freddo, una corretta alimentazione lo è altrettanto.

Sembrerà paradossale, ma il sudore può evaporare più velocemente che in un ambiente caldo, così, visto che il freddo non invita di certo a bere, si rischia la disidratazione.

È bene pertanto iniziare l’allenamento ben idratati. In caso di lunghi allenamenti di resistenza, non dovrà mancare uno spuntino energetico (una barretta di frutta secca sarà perfetta!) e una bevanda calda.