Mal d’amore: come curarlo con dei fiori

-
06/04/2021

Se con un fiore si può dire “ti amo”, si può anche lenire e perfino guarire il mal d’amore. Esistono infatti rimedi floreali che “risanano” le ferite del cuore, basta conoscerne causa e natura. Ecco qualche consiglio.

FIORI, DI


Se a malincuore devi ammettere con te stessa che lui ti prende in giro, a volte addirittura ti maltratta, e sei combattuta tra la speranza che cambi atteggiamento e il desiderio di mettere fine a questa sofferenza lasciandolo, per te ci vuole Scleranthus che, come diceva il dottor Bach, è il rimedio adatto “per coloro che soffrono molto per l’incapacità di decidere fra due cose, considerando giusta ora una ora l’altra. Sono di solito persone tranquille, che sopportano in silenzio le loro difficoltà, non essendo portati a discuterne con altri”. Se ti lasci sopraffare dal partner, acconsenti sempre a tutto e ti lasci umiliare pur di sentirti amata, perdendo di vista lo scopo della tua vita, allora puoi ritrovare un po’ di energia, imparare ad amarti di più e allontanare la paura di non essere accettata con Centaury.


Leggi anche: Raffreddore: come curarlo con l’omeopatia

Per lasciare andare la persona che abbiamo amato, su cui avevamo investito tutto, anche in una relazione tormentata, e per dissipare rabbia e risentimento che potrebbero compromettere relazioni future, fidiamoci di Chicory.

Per disperdere i pensieri che ci affliggono e rischiano di portarci alla depressione, perché non ci danno tregua e sono accompagnati da insonnia e cefalea ci vuole White Chestnut, che aiuta a godersi l’oggi, senza voltarsi indietro.

SOS cuori infranti

HEARTLESS

Bleeding Heart e Borage sono due fiori Californiani che agiscono come un balsamo sulle ferite del cuore. Il primo è adatto a tutte le forme di dipendenza che soffocano una relazione; per chi vive l’amore in modo esclusivo e totalizzante; per chi soffre in seguito a una rottura particolarmente penosa. Borage attenua le tensioni emozionali e mentali, dissipa il pessimismo e tutti gli stati conseguenti a esperienze affettive logoranti, riporta il buonumore, la speranza e la voglia di vivere, dona coraggio, allegria e fiducia per far fronte a nuove sfide.

Mauve Melaleuca, essenza australiana, è indicata per la sofferenza e il senso di solitudine dovuti a un amore non ricambiato, a mancanza di affetto, alla vana ricerca disperata dell’anima gemella. Aiuta a scoprire dentro di sé l’amore che non riesce a ricevere efavorisce l’equilibrio e la maturità nella vita sentimentale.

Anche Bluebell è un’essenza australiana: aiuta ad aprire il cuore ed è indicato per coloro che faticano a esprimere i propri sentimenti e dar corso alle emozioni, promuovendo la fiducia nelle occasioni che ci offre la vita, una condizione che porta all’ottimismo.

Quando la sofferenza è frutto di più pene e dispiaceri, ci vengono in soccorso le miscele. Chi non trova la forza di rompere una relazione difficile e dolorosa può trovare la spinta giusta con una miscela a base di Walnut (per troncare con il passato), Pine (per liberarsi dai sensi di colpa), Scleranthus (per prendere coraggio e decidere), Centaury (per trovare forza) e White Chestnut (per smetterla con il chiodo fisso).


Potrebbe interessarti: Tunnel carpale: sintomi, rimedi e come curarlo

Infine per predisporsi a trovare la propria metà, buttandosi a capofitto in una nuova storia d’amore, l’associazione giusta è Walnut eSchlerantus.


Vito Girelli
Laurea Magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d'impresa
Esperto in: Benessere e Lifestyle
Suggerisci una modifica