Pelle screpolata: rimedi contro il freddo

-
20/01/2021

Il freddo è da sempre considerato nemico della pelle. Allora perché non prendere spunto dalle donne che vivono nei Paesi più freddi del mondo, che grazie alle loro tecniche cosmetiche riescono a mantenere una pelle perfetta a prova di “freddo polare”?

woman-690152_1920


Fra i ghiacci polari si nascondono molti segreti beauty, tanto che la cosmesi contemporanea sta sempre più emulando le strategie di difesa di scandinave e Inuit: donne che possono esibire una pelle liscia e vellutata a dispetto di temperature glaciali.

Certo, la loro epidermide ha una matrice genetica più adatta a resistere, ma è anche correttamente idratata e nutrita da emulsioni ricche di ingredienti purissimi ricavati da alghe e piante in grado di combattere secchezza, rossore, fragilità.

Vediamo in dettaglio qual è il programma beauty delle islandesi, cosa apprendere da loro e come mettere in atto la loro saggezza cosmetica per mantenere la pelle morbida e senza rossori.


Leggi anche: Come difendere la pelle in inverno: prevenzione dal freddo, dal vento e dalla neve

La tua pelle sente freddo? Rimedi e consigli

woman-2498668_1920

Il bagno quotidiano con i sali è il segreto per mantenere la pelle tonica e giovane. Soprattutto in inverno, un bel bagno caldo è quello che ci vuole per concedersi un momento di benessere e ovviamente, relax. Aggiungere una manciata di sali da bagno, facendo sempre caso a scegliere quelli di buona qualità, è un toccasana per la nostra pelle.

I sali da bagno più diffusi e accessibili sono quelli a base di sale marino, ricco di oligoelementi, il quale oltre ad essere un alleato della pelle è anche un ottimo prodotto per combattere lo stress ed alleviare le tensioni muscolari.

Il più antico e dalla storia affascinante è il sale delle Himalaya. Questo sale fossile, si è formato oltre 250 milioni di anni fa e viene commercializzato in tutta la sua purezza. Il suo colore roseo è dovuto all’alto contenuto di ossido di ferro. È composto da cloruro di sodio e da oltre 80 minerali diversi.

Il sale del Mar Morto è uno dei più consigliati: ricco di magnesio e potassio, riduce le infiammazioni cutanee, l’acne ed altre malattie dell’epidermide, idrata la pelle in profondità.

Come nutrire la pelle

cream-3496778_1920

Subito dopo l’immersione con le relative frizioni, è d’obbligo un trattamento nutriente da applicare con lenti massaggi.


Potrebbe interessarti: Rimedi contro le punture di insetto

Le donne del Nord ne avevano uno molto efficace a base di spermaceti, l’olio estratto dalla testa dei capodogli. Si trattava di un’emulsione ricca di acidi grassi Epa e Dha, in grado di proteggere dai rossori.

Tu oggi puoi sostituirlo con oli ricchi di omega3 e precursori di ceramidi, che contribuiscono ad idratare la pelle e a rinforzarne la barriera. Alcuni di questi sono l’olio di canapa e borragine, che oggi si trovano in numerosi prodotti cosmetici dei marchi più noti.

Perfetto anche l’olio di jojoba, che ha una struttura molecolare simile allo spermaceti ed è presente in molte creme vendute in erboristeria.


Beatrice Della Longa
Esperta in: bellezza e settore alimentare
Suggerisci una modifica