Cardiofrequenzimetro: come usarlo e quando

-
15/01/2021

Il cardiofrequenzimetro è un grande alleato per la salute di ogni sportivo e un utilissimo strumento per valutare i propri allenamenti. La nostra esperta di fitness ci ha illustrato come funziona e come ci aiuta nei nostri esercizi fisici.

Schermata 2021-01-20 alle 21.54.02


Valutare quanta fatica si stia facendo durante uno sforzo aerobico, non è facile. Molte persone si affidano alle sensazioni: così, spesso, alla tanta fatica si associa un grande sforzo. Questa equazione, però, non è sempre valida, soprattutto nell’ambito di un allenamento aerobico.

Ci si deve infatti ricordare che durante gli sforzi aerobici (corsa, bici, nuoto ecc.), il muscolo che fornisce i parametri di allenamento è il cuore e solo valutando il suo lavoro si potrà capire come ci si sta allenando.

Per capire se ci stiamo allenando in maniera corretta, così da ottenere buoni risultati senza affaticare il cuore o comprometterlo, però, si può ricorrere al cardiofreqienzimetro.


Leggi anche: Profilattico: come sceglierlo e come usarlo

Conosciuto anche come “cardiometro”, si tratta di un dispositivo elettronico in grado di misurare il battito cardiaco e determinare così in tempo reale la frequenza cardiaca Hr.

Cardiofrequenzimetro: come usarlo

Schermata 2021-01-20 alle 21.55.04

Spesso durante una corsa o un’uscita in bicicletta si avverte male alle gambe oppure sembra che il fiato manchi e per questi motivi si pensa di aver fatto un ottimo lavoro.

Il dolore alle gambe o il fiato corto potrebbero essere sintomi di un allenamento molto intenso, certo, ma potrebbero anche essere manifestazioni di stanchezza. La differenza sta nella risposta cardiaca!

Nel primo caso la sua frequenza sarà elevata, nel secondo, malgrado le sensazioni di estrema spossatezza, sarà piuttosto bassa. Ecco, dunque, uno dei buoni motivi per indossare un cardiofrequenzimetro: capire cosa si sta facendo e dove si sta andando.

In caso di fatica estrema e frequenza cardiaca bassa, infatti, il messaggio lanciato dal nostro corpo è chiaro: riposa! Ma se non si indossa il cardiofrequenzimetro non si avranno gli strumenti necessari per poterlo decifrare.

Questo strumento, composto solitamente da un trasmettitore all’interno di una fascia da avvolgere al petto e un ricevitore da polso diventa quindi essenziale per ogni atleta che si rispetti, durante le gare e gli allenamenti.


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica