Idrobike: tutti i vantaggi

Pedalare in acqua tonifica e fa dimagrire, ma soprattutto migliora il sistema cardiocircolatorio, con evidenti benefici sulla cellulite e i cuscinetti di “ciccia” localizzata. Con il sottofondo di una musica ritmata e il supporto di un trainer coinvolgente, i 45 minuti della lezione passeranno in un baleno.

hidrobike-che-cose-benefici-quante-calorie-si-perdono-e-controindicazioni

Con l’idrobike, gli effetti benefici dello spinning tradizionale sono potenziati della resistenza dell’acqua, che sul tuo corpo ha l’effetto di un idromassaggio. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche di questa disciplina sportiva e i principali vantaggi.

Idrobike: tutti i vantaggi

Tra le discipline più efficaci per combattere il sovrappeso, l’idrobike si pratica su una speciale bicicletta concepita per beneficiare al massimo della resistenza dell’acqua. L’attività è ideale per tutti, a tutte le età:

  • non serve saper nuotare, spalle e testa rimangono fuori dall’acqua;
  • nessuna controindicazione per legamenti e articolazioni, in assenza di impatti;
  • è perfetta quando fa molto caldo, nell’acqua non ti accorgi nemmeno di sudare;
  • se sei molto in soprappeso l’idrobike è l’esercizio aerobico con meno controindicazioni, grazie all’assenza di gravità.

I vantaggi: fisico più asciutto e definito

istock-1074852472_3_orig

Le lezioni di idrobike durano generalmente 45 minuti, a cui è meglio far seguire 15 minuti di addominali e/o stretching. La tonificazione muscolare è il beneficio principale, perché la resistenza dell’acqua rassoda e definisce. Ma se vuoi ottenere questi risultati, la frequenza minima è tre volte a settimana.

Se sei fuori allenamento inizia con due sedute, facendole però precedere da dieci minuti di riscaldamento a bordo vasca. Se sai nuotare, il riscaldamento puoi farlo in acqua, facendo tre o quattro vasche a dorso o a stile, allungandoti bene a ogni bracciata.

La bici

L’ultima versione della Professional Hydro-Bike l’abbiamo provata al Festival del fitness di Rimini. Brevettata, ha un rotore a resistenza idrodinamica progressiva con cambio modulare, pale maggiorate per potenziare lo sforzo, pedivella regolabile per la rieducazione funzionale degli arti inferiori con patologie o post-infortunio. La base è molto stabile perché la bici appoggia su grandi ventose, e sia il manubrio sia la sella sono completamente regolabili.