Erbe adattogene: quali sono e che disturbi curano

-
22/02/2021

Con la consulenza della dott.ssa Manuela Baldi, nutrizionista e naturopata scopriamo le importanti proprietà delle erbe adattogene. Quest’ultime hanno la capacità di contrastare alcuni disturbi come l’insonnia, la stanchezza e l’irritabilità.

blossom-1559295_1920


Ti senti di malumore? In ufficio non riesci a trovare la giusta concentrazione e la sera quando sei a casa nonostante la stanchezza ti giri e rigiri nel letto senza riuscire a prender sonno? La natura potrebbe darti una mano. Esistono, infatti, alcune erbe che aiutano l’organismo a ricaricarsi, contrastando disturbi molto comuni come l’insonnia, la stanchezza, i cali di concentrazione e l’irritabilità.

Si chiamano erbe adattogene, la dott.ssa Manuela Baldi, nutrizionista e naturopata spiega:

“Si tratta di piante che agiscono da stimolo su tutto il sistema che regola le nostre capacità di risposta agli stress lobo frontali del cervello, dell’ipotalamo, dell’ipofisi e delle ghiandole surrenali. Grazie alle loro proprietà terapeutiche aiutano a mantenere  l’organismo in equilibrio, aiutandolo ad affrontare lo stress fisico e psichico. Inoltre, agiscono contro lo stress ossidativo, alzano le difese immunitarie e migliorano le funzioni cerebrali”.


Leggi anche: Super food: cosa sono, quali sono e a cosa servono

Ma per fare il pieno di energia al proprio organismo e ripartire con più sprint, quali rimedi naturali scegliere? Scopriamoli insieme con l’aiuto dell’esperta.

Contro gli sbalzi d’umore   

damiana-4197636_1920

Le erbe utili quando ci si sente nervosi e di malumore sono l’Eletteurococco e la Damiana. La dottoressa Baldi spiega:

“L’Eleuteroccocco, considerato il ginseng delle donne, ha proprietà toniche e adattogene che stimolano il metabolismo e riequilibrano energia, stress e concentrazione. 1 o 2 capsule di estratto secco due volte al giorno aiutano a far fronte al carico di un periodo di forte stress. Ottima è anche la Damiana, che svolge un’azione antidepressiva e aiuta a combattere l’affaticamento fisico e intellettuale. Inoltre, questa pianta ha anche proprietà diuretiche e antisettiche delle vie urinarie”.

Contro la stanchezza

primroses-6003604_1920

Nei periodi in cui ci si sente fiacchi e stanchi, un aiuto può arrivare dalla Primula e dal Ginseng. Quest’ultimo ci spiega l’esperta:

“Aiuta l’organismo a resistere allo stress psico-fisico, rafforza il sistema immunitario, nervoso ed endocrino. La Primula, invece, oltre ad essere un ottimo analgesico, antireumatico e antinfiammatorio, ha anche proprietà antistress e antidepressive”. 

Contro i cali di concentrazione

succulent-2412436_1920


Potrebbe interessarti: Alzheimer: quali sono le cause e chi sono i soggetti a rischio

Per contrastare i cali di attenzione e ritrovare la giusta concentrazione i rimedi utili sono la Rhodiola, che “oltre a migliorare la qualità del sonno e a ridurre anche la fame nervosa, combatte l’affaticamento” e il ginko bilboa, che “favorisce l’apprendimento e aiuta a migliorare la memoria. Ne bastano 10 gocce di Tintura Madre tre volte al giorno.”

Contro l’insonnia

phlox-1518501_1920

Se lo stress è accompagnato anche dalla difficoltà nel prendere sonno, le erbe giuste per dormire meglio e per rilassarsi sono la Valeriana e la Melissa. “La Valeriana spiega la naturopata Baldi:

“Ha proprietà sedative e rilassanti capaci di favorire il sonno. La Melissa, oltre ad avere un aroma molto gradevole, ha un’azione calmante sul sistema nervoso e rilassante  su quello muscolare; è utile, inoltre, per i dolori mestruali, per la nausea, per  le coliche e per le nevralgie”.

Se invece vi svegliate di frequente nel cuore della notte, un’utile alleata per  un sonno sereno e tranquillo è la Passiflora. La dottoressa Manuela Baldi conclude:

“Si tratta di uno dei fitoterapici più usati nei disturbi nervosi. Grazie alle sue proprietà sedative e ansiolitiche, è ottima per  combattere i risvegli precoci”.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica