Dismenorrea: come alleviare i dolori mestruali

Dismenorrea è un termine sinonimo per indicare i dolori mestruali. Sono molte le donne che, una volta al mese in corrispondenza della mestruazione, soffrono di forti dolori, che spesso possono risultare anche invalidanti. Vediamo insieme come fare per limitare quanto possibile questa condizione.

woman-6080984_1920 (1)

Crampi, dolori addominali, mal di schiena, ansia, irritabilità: disturbi che ogni mese in fase ciclo si presentano puntuali. I ginecologi li definiscono dismenorrea, più banalmente sono chiamati dolori mestruali. Come lenirli? Riposo e analgesici, a volte, non bastano, ma un valido aiuto può arrivare dai rimedi naturali.

Dismenorrea: come risolvere i dolori mestruali

Tra le principali opzioni che abbiamo per risolvere questa condizione ci sono sicuramente riposo, borsa dell’acqua calda, rilassanti di varia natura o medicinali. Se non volete essere schiave degli antidolorifici ogni mese, continuate a leggere per avere qualche dritta più sul lungo termine per risolvere i vostri dolori mestruali!


Leggi anche: Dolori mestruali: rimedi naturali

Puntare sui rilassanti

viburnum-4015821_1920

Il viburno, ricco di viburmina, tannini, resina tende a decontrarre l’utero alleviando gli spasmi muscolari. La ricetta: mettere circa 15 g della pianta in una tazza d’acqua bollente per dieci minuti, quindi, filtrare e bere. Assumere una tazza di infuso tre volte al giorno. Associare a questo rimedio il lampone che grazie alle proantocianine e ad altri anti-infiammatori naturali riduce i crampi mestruali e rilassa l’addome. Si suggerisce di sciogliere 30 g di foglie in mezzo litro d’acqua bollente e di bere dopo aver passato il composto al colino.

Lavorare sul riequilibrio ormonale

Il cardo mariano stimola e protegge il fegato che, a sua volta, se lavora a corretto ritmo favorisce l’equilibrio degli estrogeni e degli ormoni femminili presenti in fase mestruale. Il consiglio dei naturopati è quello di scegliere un estratto standardizzato contenente l’80% di flavonoidi fra cui la silimarina che oltre a essere un tonico epatico inibisce la produzione di tossine che contribuiscono ad aumentare la sensazione di dolore.