Come scegliere il cuscino per dormire bene?

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

A tanti di noi è capitato di dormire fuori casa e sentire la mancanza del proprio cuscino. I più avveduti viaggiatori, per lavoro o per diletto, se lo portano in valigia, magari nascondendolo arrotolato nel bagaglio a mano. Parliamo del cuscino, che, se è non adatto alle nostre esigenze, può provocare spiacevoli notti agitate. Ma come scegliere quello ideale? Vediamo insieme come orientarci nell’acquisto di questo prezioso sostegno.

Schermata 2021-06-12 alle 08.49.44

Oltre a doversi adeguare alle dimensioni del letto e in qualche mondo essere diventato un elemento della zona notte al quale attribuiamo anche un valore estetico, un buon cuscino deve farci riposare nel miglior modo possibile, adeguandosi alle nostre esigenze fisiche e alla posizione preferita che si assume durante il riposo.

Scegliere il cuscino giusto

Schermata 2021-06-12 alle 09.03.05

Per orientarci nella scelta del giusto cuscino, abbiamo chiesto la consulenza di Paolo Buselli, ortopedico, e di Romeo Crapanzano, medico osteopata, i quali hanno sottolineato che per evitare problemi alla cervicale e di assumere una posizione sbagliata, è innanzitutto necessario focalizzarsi sul nostro modo preferire di dormire.

Durante il sonno il corpo può restare nella stessa posizione anche per molte ore, per cui diventa essenziale che il cuscino non sottoponga le vertebre cervicali a trazioni eccessive e a inclinazioni dannose. In commercio ci sono molti modelli che rispondono a diverse esigenze.

Dimmi come dormi

Schermata 2021-06-12 alle 09.35.55

Per chi dorme a pancia in su

Se riposi sulla schiena, hai bisogno di un guanciale poco alto e non troppo morbido, perché diversamente il collo tende a creare un angolo eccessivo durante la notte e la mattina potresti svegliarti con un brutto torcicollo. Non va poi trascurato l’aspetto respiratorio: dormire con il collo eccessivamente piegato in avanti infatti, può favorire una cattiva respirazione e le apnee notturne.

Se dormi sul fianco

Per mantenere l’allineamento della colonna, occorre riempire lo spazio tra la spalla e il capo. Ottimo un cuscino ben proporzionato rispetto alle dimensioni del corpo, che ceda quanto basta per consentire alla guancia di appoggiare comodamente e al collo di restare in linea con il resto della colonna vertebrale.

Se si cambia spesso posizione

In commercio si possono trovare diversi cuscini alternativi: da quelli che presentano uno spazio dove infilare un braccio sotto la testa, a quelli dalle forme ergonomiche stravaganti. Interessante il cuscino boomerang dalla caratteristica forma a U, ideale per sostenere la schiena con un lato e fornire un appoggio al braccio con l’altro, utile per non affaticare la spalla e per poggiare l’interno coscia, in modo da tenere allineato il bacino.