Come gestire la crisi di coppia e come farsi aiutare

-
25/01/2021

Crisi di coppia e come gestirla. Tutto inizia dalla comunicazione e dal dialogo con il partner, i problemi del singolo sono poi i problemi della coppia che se non affrontati, anche con l’aiuto degli specialisti, possono danneggiare il rapporto nel lungo termine.

Upset couple at home.

Con la consulenza della dott.ssa MILENA STOJKOVIC, sociologa e mediatore familiare, fondatrice della prima agenzia europea di “divorce planning”; del prof. VINCENZO MIRONE, Segretario Generale SIU (Società Italiana di Urologia); e del prof. ANTONIO CHIÀNTERA, Segretario Nazionale AOGOI (Associazione degli Ostetrici e Ginecologi Ospedalieri Italiani).

La crisi, in un rapporto di coppia, non sempre porta al divorzio. Se c’è la voglia di rimettersi in gioco, nulla è irreversibile. Come? Con l’aiuto dei giusti esperti. Noi ne abbiamo coinvolti tre, ognuno per aiutarci ad affrontare quelle problematiche che più frequentemente mettono in crisi il legame: sesso, tradimento e lavoro.


Leggi anche: Ipnosi: come può aiutare la coppia

Problemi a letto? Problema di entrambi

crisi 3Affrontare le problematiche legate alla sfera sessuale non è semplice: nella coppia occorre superare l’imbarazzo, il senso di colpa, la paura di essere giudicati e di doversi mettere in discussione. Cosi, nell’erronea convinzione che non vi sia molto da fare né alcuna prospettiva di cambiamento, molti rinunciano a una richiesta di aiuto o una visita specialistica. Visita specialistica, sì, perché

“le disfunzioni sessuali viaggiano in coppia: i disturbi del partner inevitabilmente provocano effetti collaterali sull’altro, tanto che si può parlare di ‘coppie di danni’ e ‘danni di coppia’ – spiega Vincenzo Mirone. Se per esempio lui ha una disfunzione erettile, non è difficile che lei lamenti vaginismo o dolore durante la penetrazione”.

“E proprio perché i problemi sono di coppia, per essere risolti devono essere affrontati considerando entrambi i partner, cercando di stabilire un dialogo profondo, empatico, e senza reticenze – sottolinea il professor Chiàntera. Oggi, tra l’altro, esiste la possibilità di avere a disposizione gli specialisti del benessere di coppia”. “Si chiamano Dipartimenti per il Benessere di Coppia (DBC) – aggiunge il professor Mirone – e riuniscono gli specialisti della salute sessuale di lui e di lei, gestendo la coppia come un tutt’uno”.

I primi ambulatori sono già aperti a Napoli, Milano, Modena e Bari, e si paga un solo ticket per entrambi.