Cibo colorato? Ecco perché fa bene!

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

La cromoterapia può guidarci nelle scelte alimentari? Sì, perché spesso la scelta di un piatto o di un alimento è inconsapevolmente determinata dal suo colore, che esercita un particolare richiamo. Vediamo come funziona la “dieta a colori”!

La cromoterapia attribuisce a determinati colori effetti su corpo e psiche in grado di ristabilirne l’equilibrio, influenzando per esempio l’umore, il sonno o la concentrazione. Anche il nesso tra colori e cibo, però, non va sottovalutato.

Nell’antica tradizione medica cinese, per esempio, con i colori si classificano anche i sapori: il rosso per l’amaro, il giallo per il dolce, il bianco per il piccante, il nero per il salato, il verde per l’acido.

Ma ciò che più conta è che i pigmenti che colorano frutta e verdura non hanno solo una funzione visiva, bensì producono effetti benefici su tutto l’organismo.

Flavonoidi, fenoli, terpeni, fitati, isotiocianati, indoli sono tutti fitonutrienti che svolgono funzioni importanti per la salute del corpo e la cui presenza in un ortaggio o in un frutto è segnalata dal suo colore.

Non è un caso che alcuni anni fa la Uniproa, Unione Nazionale tra le Organizzazioni di Produttori Ortofrutticoli Agrumari e di Frutta in Guscio, avesse lanciato una campagna per il mangiare sano proprio basata sui colori.

Frutta e verdura, si sa, hanno un ridotto contenuto calorico, contengono acqua, zuccheri, vitamine, minerali, fibre alimentari e composti organici attivi nella prevenzione di alcune malattie.

Per questo cinque porzioni al giorno di frutta e verdura colorate contribuiscono efficacemente a mantenere il nostro benessere.

Dieta e colori: che cos’è e come funziona

I colori del cibo possono essere ottimi alleati anche nella lotta contro i chili di troppo. Se vuoi perdere peso, per esempio, evita il rosso, colore stimolante per eccellenza che sviluppa anche l’appetito. Il blu, invece, grazie alle sue virtù calmanti attenua la fame e così anche il viola.

Per chi mangia troppo velocemente sono indicati i cibi verdi, mentre chi ha problemi di digestione dovrebbe orientarsi sull’arancione, colore energetico che favorisce l’assimilazione del cibo, e sul giallo, che agevola la produzione di succhi gastrici e riduce i gonfiori addominali.

Infine il bianco ha virtù genericamente depurative.

Fitonutrienti: le proprietà di ogni colore

Il colore di ogni ortaggio o frutto ci dice qualcosa sui fitonutrienti contenuti in quel cibo. Ma in che cosa possono aiutare il nostro corpo?

  • Rosso: pomodori, peperoni, ciliegie, fragole, angurie, ribes, lamponi e tutte le verdure e la frutta rossa svolgono un’azione protettiva nei confronti del cuore, rafforzano la memoria e proteggono le vie urinarie. Il pomodoro maturo contiene il licopene, un potente antiossidante che mantiene sane le cellule, previene alcune forme di tumore, riduce le infiammazioni vascolari e protegge il cuore.
  • Giallo-arancio: albicocche, pesche gialle, carote, peperoni, mais, melone, ananas, arance, zucche, mango, kiwi giallo e papaia rinforzano gli occhi, il cuore e in generale tutto il sistema immunitario, grazie anche all’alta presenze di vitamina C e di betacarotene, precursore della vitamina A.
  • Verde: il colore è determinato dalla clorofilla. L’azione protettiva di insalate, zucchine, asparagi, piselli, rucola, basilico, mele verdi, avocado, broccoli, cavolo cappuccio si concentra su ossa, denti e occhi; inoltre questi fitonutrienti contribuiscono a ridurre lo stress e l’affaticamento, oltre a prevenire numerose forme di tumore.
  • Bianco: a questa categoria appartengono le cipolle, l’aglio, lo scalogno, i cavolfiori, i finocchi, le pesche bianche. Una miniera di benessere per la ricchezza di fibre, di sali minerali come il potassio e di vitamine, in particolare la C. I fitonutrienti contenuti in questi alimenti favoriscono la corretta assimilazione dei grassi contenuti negli alimenti e quindi aiutano a combattere il colesterolo.
  • Blu/Violetto: le melanzane, i fichi, l’uva, le prugne, le more, i mirtilli contengono numerosi fitonutrienti, tra cui le antocianine e i fenoli, che proteggono le vie urinarie, svolgono un’azione anti-invecchiamento sulla pelle, contrastano la perdita di memoria e prevengono alcuni tumori.