Bagno rigenerante: gli ingredienti da mettere nella vasca

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Responsabile di redazione

Con un bagno si può disintossicare il proprio corpo da tutte le tossine, e ridare luce e benessere alla propria pelle. L’importante è riuscire a scegliere gli ingredienti giusti; scopriamo insieme come riuscire a fare un bagno rigenerante.

Woman in a bathtub

Nella vasca puoi cancellare la stanchezza, eliminare le tossine, tonificare il corpo, restituire luce alla pelle. Il segreto è scegliere gli ingredienti giusti: i sali purificano, le alghe drenano, i cereali restituiscono morbidezza, gli oli essenziali rilassano, attivano il metabolismo e danno energia.

Verbena, lavanda, fiori d’arancio sono perfetti come antistress, mentre pino, rosmarino, menta – che stimolano le ghiandole surrenali – vanno usati al mattino perché danno una sferzata di energia. Scegli il tuo bagno ideale tra quelli che ti proponiamo.

Con gli oli essenziali

essential-oils-3084952_1920

L’acqua deve essere calda, ma non troppo; le essenze vanno aggiunte subito prima di entrare nella vasca: si otterrà il massimo effetto grazie all’evaporazione; l’ideale è aggiungerne 6 o 7 gocce. Dotate di un incredibile potere di penetrazione, le molecole odorose rivitalizzano, dilatano i vasi sanguigni preparando la pelle a eliminare le tossine.

Puoi scegliere fra ginepro, arancio, menta, limone, se l’obiettivo è quello di detossinare e stimolare l’attività metabolica. Ma gli oli essenziali hanno anche un altro punto di forza: interagiscono con una zona particolare del cervello, il sistema limbico, che riequilibra le emozioni.

Con il sale

badesalz-3006767_1920

Prediligere una temperatura di 36-37 °C e sciogliere in vasca 500 g di sale grosso che mantenendo l’acqua calda più a lungo, fa sudare, favorendo l’eliminazione delle tossine.

Per avere maggiori benefici utilizza il sale marino integrale perché ricco di iodio e potassio, elementi che potenziano l’azione drenante. Immergersi in acqua salata due-tre volte alla settimana aiuta a disintossicare e a eliminare stanchezza e gonfiori.

Con le alghe drenanti

green-2631413_1920

Estratta dal mare, l’alga fucus o quercia marina, vanta un posto di tutto rispetto nei trattamenti snellenti grazie ai principi attivi che contiene: iodio, bromo, manganese e arsenico. Queste sostanze attivano l’irrorazione sanguigna stimolando gli interscambi cellulari e quindi la vitalità dei tessuti.

Inoltre gli oligoelementi di cui sono ricche le alghe hanno la proprietà di penetrare immediatamente nella pelle, attivando un vero e proprio effetto lipolitico.

Con i cereali

oat-2775006_1920

Riempi un sacchetto di tela leggera con avena oppure crusca e mettilo nella vasca, colma d’acqua a circa 36 °C. Quando si sarà inzuppato, strizzalo per permettere la fuoriuscita di un liquido lattiginoso.
Crei così sul tuo corpo una seconda pelle che attiva un effetto relax sui recettori nervosi. Ma non solo. Il bagno ai cereali è anche un ottimo detergente che purifica la pelle.