Attività fisica: i benefici per l’organismo

Arianna Preciballe
  • Esperta di: Diete e cura degli inestetismi

Il farmaco contro tutti i mali? Un paio di scarpe da ginnastica. Sembra un paradosso e invece è una realtà confermata da una moltitudine di studi scientifici: l’attività fisica, se prescritta dal medico sulla base delle necessità di ognuno, è una “polipillola” praticamente universale. È il momento di darsi da fare! Vediamo quali sono le mosse giuste per iniziare.

Schermata 2021-06-19 alle 18.32.54

In genere, per avere effetti sulla salute e riflettersi positivamente sull’armonia del nostro fisico, l’attività deve essere di tipo aerobico, moderata ma continua, come il nuoto, la corsa leggera, la bicicletta, gli esercizi a corpo libero. È importante che il movimento sia anche costante, almeno 150 minuti alla settimana, escluso il riscaldamento, e di intensità media.

Il medico ci guiderà nella scelta di un programma ad hoc. Sarà utile anche un semplice cardiofrequenzimetro, lo strumento che misura il battito cardiaco per fare in modo di non affaticare l’organismo e di non superare un valore corrispondente all’equazione 220 – (età) x 0,6.

Con il corpo si “muove” anche la mente Schermata 2021-06-20 alle 22.34.37

Muoversi in modo sistematico e programmato vuol dire essere sempre in tensione positiva, avere sempre un obiettivo, un traguardo da raggiungere, un orario da rispettare, un movimento da imparare. Questo dinamismo fisico è strettamente legato all’aumento del dinamismo mentale, essenziale per contrastare apatia, depressione e stanchezza immotivata.

Muovere il nostro corpo in base a una disciplina anche molto semplice come una bella camminata quotidiana, ci aiuta a organizzare meglio il nostro tempo e ad aumentare la fiducia in noi stessi e l’autostima, pilastri psicologici fondamentali per vincere sugli eventi avversi, inclusa una malattia o un dolore emotivo contro cui lottiamo e dal quale non dobbiamo lasciarci schiacciare.

L’esercizio inoltre aumenta la conoscenza di sé e delle proprie reazioni fisiche, come le modifiche del respiro, il battito cardiaco, l’elasticità e la forza muscolare, migliorando la connessione tra corpo e mente. Se si pratica in gruppo, lo sport favorisce l’interazione, essenziale in periodi di isolamento o solitudine, migliora la comunicazione, ci dispone a non esitare nel chiedere sostegno agli altri e quindi, in sostanza, a scongiurare il rischio di diventare asociali e scontrosi.