Aloe: prodotti e come usarla

-
09/01/2021

L’Aloe è una pianta antichissima da sempre conosciuta per i suoi poteri curativi. Da migliaia di anni è usata per scopi terapeutici anche grazie alle sostanze che racchiude, piene di proprietà benefiche. Scopriamo insieme qualcuno dei suoi impieghi.

Schermata-2020-03-05-alle-13.27.49


L’Aloe è conosciuta e usata da migliaia di anni. Si tratta infatti di una pianta antichissima e forse il suo potere curativo deriva proprio da questa energia che il tempo e la terra le hanno rilasciato.

Delle oltre 300 specie di Aloe solo quattro sono utilizzate a scopo terapeutico: Aloe Arborescens e Ferox, originarie dell’Africa, Aloe Chinensis, originaria della Cina e l’Aloe Barbadensis, più nota come Aloe Vera, che è una vera e propria farmacia naturale.

Quest’ultima racchiude infatti ben 160 sostanze diverse che, in sinergia tra loro, ne fanno uno dei più potenti immunostimolanti, antinfiammatori, antisettici, ricostituenti e disintossicanti presenti in natura.

Per uso esterno l’Aloe è usata come cicatrizzante per scottature e ferite, come lenitivo, tonico rivitalizzante e idratante della pelle. Contribuisce a schiarire le “macchie dell’età” che compaiono principalmente sulle mani ed è un anti-age naturale, perché permette di aumentare la produzione di fibroblasti (le cellule del derma che producono il collagene) di 6-8 volte rispetto alla norma.

Per uso interno, invece, depura l’organismo aiutando il fegato, i reni e il sistema linfatico nella loro funzione depurativa. E’ inoltre stimolante del sistema immunitario, di aiuto per problemi ossei e articolari, per diabete, cuore e pressione alta.

E’ anche efficace nei casi di stipsi poiché stimola e riequilibra le funzioni digestive. Per questo è anche utile per gastriti e ulcere, coliti. L’Aloe, però, è anche conosciuta come antiossidante e antitumorale. Le gocce di tintura madre, inoltre, se prese per un mese intero sono un’autentica barriera alle allergie stagionali.

L’uso quotidiano di gel per le labbra a base di questa pianta, poi, aiuta a prevenire le screpolature e le manifestazioni causate dall’Herpes simplex.

Aloe: quale prodotti acquistare

shutterstock_697067839-830×625

Che sia in spray, crema, gel o lozione, l’importante è che il preparato derivi dalla polpa delle foglie fresche e che la coltivazione della pianta (con almeno cinque anni d’età) sia stata naturale.

La liofilizzazione blocca le proprietà curative della pianta. Se priva di Aloina, un amaro purgante, l’aloe non comporta controindicazioni nell’uso, con l’eccezione di rarissimi casi di allergia.

L’Aloina, infatti, è una potente droga antrachinonica, con effetto lassativo e irritativo del colon e (si ritiene) abortivo in gravidanza. E’ però presente in dosaggi elevati nel succo di Aloe fatto in casa, rendendolo inadatto all’automedicazione.

Come usare l’Aloe

140

  • Contro le scottature, anche solari, si può spalmare la parte dolente con il gel dell’aloe (estratto dalle foglie).
  • Per botte e contusioni l’area contusa può essere trattata applicando uno strato di gel di aloe vera e lasciandolo assorbire per alcuni minuti.
  • Per un effetto esfoliante preparate un mix di aloe vera, zucchero e succo di limone, che diventerà uno scrub efficace per il viso. Anche l’interno di una fetta di foglia di aloe tagliata lungo la lunghezza può essere usato come scrub su tutto il corpo sotto la doccia.
  • Per rinforzare i capelli si può massaggiare il cuoio capelluto con l’estratto di aloe, lasciandolo poi in posa per circa mezz’ora.
  • Bere un bicchiere di succo di aloe vera (estratto dalla parte verde della foglia), può invece aiutare a combattere i disordini intestinali e favorire la digestione. Un bicchiere la mattina a digiuno risolve problemi di stipsi, di colite e, in caso di gastrite, aiuta nella cicatrizzazione.


Ari
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica