Trucco semipermanente: cos’è, dove farlo e quando non farlo

Il Trucco semipermanente, chiamato anche tatuaggio estetico, è un tipo di trucco che sfrutta la pigmentazione con una durata minima di almeno un anno. Che cos’è e quando si può fare e quando non si può fare?

trucco donna

Ogni mattina, quanto tempo passiamo a truccarci? Ecco, per il trucco semipermanente, il nome tecnico è micropigmentazione, ci vuole un po’ di più, ma il risultato rimane sul viso per molto tempo. Mica male, vero? Certo, prima di fare una scelta così radicale è necessario sapere tutto, per filo e per segno, su questa tecnica.

Che cos’è il Trucco semipermanente?

Il trucco permanente è molto simile al tatuaggio e consiste nell’introdurre pigmenti colorati nel primo strato del derma, per disegnare labbra, occhi e sopracciglia, creando un effetto make up ben definito e, soprattutto, durevole.

Le principali differenze con il tatuaggio riguardano le tecniche di applicazione, che sono meno invasive, la profondità di deposito dei pigmenti e la loro composizione: sono pigmenti micronizzati, purissimi e naturali. Assolutamente biocompatibiliipoallergenici, sono adatti anche per pelli sensibili e devono essere certificati secondo le normative europee.

Trucco semipermanente: dove poterlo fare

bocca donna trucco

In genere le zone più richieste sono

  • le sopracciglia
  • le labbra
  • l’eyeliner

ma si può intervenire positivamente anche per correggere difetti come l’areola del capezzolo nel caso di asimmetrie, oppure per mimetizzare l’alopecia negli uomini.

Quando non fare il trucco semipermanente

Il trucco semipermanente però non è sempre consigliato o, almeno, non per tutti: uno dei primi motivi per cui non fare il trucco semipermanente è quando la nostra pelle ha problemi di cicatrizzazione.
L’ago usato per il trucco, infatti, durante il suo movimento forma un microscopico solco sulla pelle, pelle che deve essere rapidissima a rimarginare le ferite

Altro motivo per cui non fare il trucco semipermanente è quando la convinzione di affrontare questa scelta non è poi così forte: se è vero che con il passare del tempo il trucco tende a sbiadirsi, è pur vero che una leggerissima ombra rimarrà sempre visibile, ombra che non potrà essere coperta facilmente con del classico trucco

Infine il trucco semipermanente non deve essere mai fatto prima di una vacanza al mare: come per i classici tatuaggi, il sole non permetterebbe di ottenere un ottimo risultato creandovi non pochi problemi

Infine da evitare anche sulle ragazze adolescenti: i lineamenti in questa delicata fase dello sviluppo tendono a cambiare e, un trucco semipermanente bello a 16 anni, potrebbe risultare inadatto ad istanza di pochi anni