Trattamenti ringiovanenti: quali sono i migliori e perché

-
03/04/2021

Esiste una nuova tecnica per riuscire a ringiovanire il viso, si tratta del filler con le micro cannule. Di seguito grazie all’esperienza del dottor Luca Fracasso scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su questa nuova innovativa tecnica. 

Cosmetologist making injections on a face of a woman in a beauty salon


Questa tecnica è una vera e propria innovazione che permette di rimodellare il viso restituendo armonia e volumi tipici del volto giovane.
Le tradizionali infiltrazioni con acido ialuronico, prodotto di elevatissima affidabilità, vengono eseguite con delle micro cannule che hanno lo spessore dei tradizionali aghi ma hanno la punta arrotondata, non tagliente quindi, e sono più lunghe e flessibili di questi ultimi.

Il risultato è che si possono trattare praticamente tutte le aree del viso utilizzando solo 2 o 3 accessi per lato e senza traumatizzare troppo la paziente.

Di seguito alcune domande che abbiamo posto al dott. Luca Fracasso, specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva, in merito a una tecnica estetica, conosciuta anche come soft restoration o medical lift.


Leggi anche: Spa: i migliori trattamenti per il benessere

Tutto sul filler con le micro cannule

Injection of beauty

Insieme al dottor Luca Fracasso scopriamo tutto ciò che c’è da sapere su questa nuova ed innovativa tecnica.

1) Che cos’è il filler con le micro cannule?

Fino a pochi anni fa le tecniche di trattamento, in medicina estetica, si basavano tutte sulla correzione delle rughe. L’invecchiamento del volto,  invece, è legato ad alterazioni che interessano non solo la pelle, ma anche le strutture profonde, il tessuto adiposo e la struttura ossea. Con il passare del tempo si assiste ad un progressivo “svuotamento” del volto che appare avvizzito e cadente.

2) Qual è la differenza  rispetto al filler  ‘normale’, senza micro cannule?

La punta smussata è meno dolorosa e provoca un trauma minore, riducendo la comparsa di effetti indesiderati come sanguinamenti ed ematomi, ma anche migliorando la possibilità di distribuire il filler, ottenendo così un ringiovanimento completo, naturale, armonico e senza eccessi. In pratica adesso si riescono a fare in ambulatorio delle correzioni che prima erano possibili solo mediante un intervento chirurgico.

3) Su quali parti del viso sono indicati questi filler con micro-cannule?

La tecnica di riempimento con micro cannule, che è utile ricordare utilizza gli stessi filler impiegati nella comune tecnica con aghi, permette di trattare tutte le zone del volto, anche quelle che prima erano considerate ” proibite”.


Potrebbe interessarti: Trattamenti estetici: quali fare e quali evitare in estate

Esempi significativi sono il trattamento delle occhiaie, mediante il quale si riesce riempire la regione palpebrale inferiore restituendo al volto la convessità dell’occhio che è tipica dell’aspetto giovanile.

Il sopracciglio è un’altra zona che con l’avanzare dell’età tende a modificarsi dando un aspetto cadente e vissuto al volto. L’invecchiamento della regione peri orbitaria, il contorno degli occhi per intenderci, è causato da una perdita di volumi che può essere corretta con infiltrazioni di ialuronico mediante queste nuove cannule. Anche la zona temporale prima era trattata con grande cautela dagli specialisti per la spiccata tendenza a dare ematomi e complicanze più gravi.

4) Come avviene il trattamento? Con anestesia locale? È doloroso?

Il trattamento è ambulatoriale, ha una durata che varia dai 30 ai 45 minuti e può richiedere una piccola quantità di anestetico locale, molto minore di quella che viene usata dal dentista per una otturazione. Il trattamento è quindi praticamente quasi indolore.

5) Si tratta di trattamenti che vanno ripetuti ogni quanti mesi?

A seconda dello stato di partenza della paziente, o meglio della sua pelle, determinato da vari fattori quali le abitudini alimentari, l’esposizione al sole, uno stile di vita stressante, il fumo e, non da ultimo, la genetica, i trattamenti possono avere una durata di 6-12 mesi. Nell’ottenimento di questi risultati è fondamentale l’utilizzo di prodotti di alta qualità.

6) Ci sono dei rischi? Quali?

Questa tecnica, eseguita da un operatore esperto, presenta dei rischi minimi, che consistono soprattutto nella formazione di ematomi, peraltro non frequenti. È invece importante sottolineare che la micro cannula, essendo dotata di una punta smussa, si può manovrare  con agevolmente senza il rischio di ledere vasi o nervi.

La tecnica con micro cannula è, pertanto, più efficace e sicura della tradizionale tecnica con ago.


Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Wellness coach
Suggerisci una modifica