Prova costume: come tornare subito in perfetta forma

-
20/01/2021

Come dice il saggio a proposito dei grandi temi della vita: “Non è mai troppo tardi!” E mai come oggi quel frase non vale più solo per lavoro, cambiamenti o amore… ma anche per un corpo perfetto!

Schermata 2021-01-20 alle 21.30.51


Siamo di nuovo alla soglia dell’estete, il momento in cui arriva inesorabile l’ultima chiamata per la prova costume. Spesso, però, capita di constatare che, ancora una volta, creme snellenti e rassodanti, ginnastica e diete non hanno dato i risultati sperati.

Anzi, peggio: mentre buona parte delle rotondità dalla vita in giù sono ancora presenti, la parte superiore del corpo è più magra, come “svuotata”.

Per correre ai ripari in tutta fretta, c’è uno strumento che può davvero aiutarvi: la lipoaspirazione, con cui si eliminano per sempre depositi localizzati di grasso.

In versione “mini”, poi, la convalescenza è ancora più breve e la conquista della “forma perfetta” praticamente immediata. Vediamo insieme di cosa si tratta.


Leggi anche: Esercizi di stretching e consigli per tornare in forma

Lipoaspirazione

Schermata 2021-01-20 alle 21.31.35

“Ci si può sottoporre all’intervento fino a 2-3 settimane prima di mettersi in costume”

ha detto Marco Klinger, professore di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica presso l’Università degli Studi di Milano – Istituto Clinico Humanitas, Rozzano (Milano). Ovviamente, però, l’intervento non è per tutti.

“La condizione ideale per sottoporsi alla lipoaspirazione è comunque quella di essere vicini al proprio peso forma. Per non vanificare l’intervento, poi, è importante che la paziente si impegni a conservare questo peso. Ingrassando sensibilmente, infatti, i nuovi depositi tenderanno comunque a depositarsi negli stessi punti: non per effetto o a causa dell’intervento, ma proprio per una questione di costituzione”

Come avviene l’intervento? In anestesia locale, quando i punti da trattare non sono più di due per parte (ad esempio l’interno del ginocchio e la parte superiore ed esterna delle cosce) si pratica un’incisione di circa 4 mm, attraverso la quale viene inserita una piccola cannula aspirante.

Eliminato il grasso in eccesso, indossare una guaina contenitiva aiuta i tessuti superficiali ad aderire più rapidamente a quelli profondi, e quindi a disegnare meglio i nuovi “contorni”.

Ultima accortezza per evitare di rendere la cicatrice (per quanto piccolissima) permanente: esporsi al sole solo con una crema a schermo totale, almeno nei primi 6-8 mesi. 


Potrebbe interessarti: Milly Carlucci svela i suoi segreti per una forma perfetta


Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Diete e cura degli inestetismi
Suggerisci una modifica